Top 10 NBA Logos

Certo, l’NBA è prima di tutto uno sport. Ma la vivacità del gioco e lo spirito competitivo che pervade tutto durante le partite è completata da loghi colorati delle squadre che rimangono nei ricordi degli spettatori insieme ai risultati del gioco. I loghi delle squadre di basket NBA sono un mondo a parte, in cui ogni icona è progettata per rappresentare la tua squadra, la tua città e il tuo personaggio nel miglior modo possibile. Distinguersi dalle 30 squadre partecipanti alla competizione non è un compito facile.

Negli oltre 70 anni di esistenza dell’Associazione, gli appassionati di basket hanno visto molti emblemi diversi. E ce ne sono sempre stati di più o meno riusciti, memorabili la prima volta e dimenticati nel momento in cui la partita era finita. Oggi abbiamo deciso di compilare la nostra classifica dei 10 migliori loghi NBA e raccontarvi un po’ della loro storia. Partiamo dalla decima riga.

10. Los Angeles Lakers
Logo Los Angeles Lakers

L’attuale logo è stato progettato nel 2001, ma il suo predecessore è stato introdotto per la prima volta negli anni ’60 ed è stato il terzo emblema creato per il club di basket di Los Angeles. Anche il logo iniziale era basato sull’immagine di un pallone da basket, ma aveva uno stile diverso delle lettere ed è stato creato mentre la squadra giocava a Minneapolis, quindi presentava una silhouette dello stato del Minnesota. Poi, nel 1960, il club si trasferisce in California e introduce il nuovo logo: una semplice scritta bianca e blu senza grafica.

L’era dell’iconico badge Lakers iniziò nel 1967, con la creazione del primo badge “palla gialla”. Era una versione più scura del logo che tutto il mondo conosce oggi, con sfumature tenui e una sfumatura fucsia sul logotipo. Nel 1976 i colori del logo diventano più accesi e, infine, nel 2001 il club arriva alla perfetta tavolozza giallo e viola, che è immediatamente riconoscibile oggi.

9. Boston Celtics
Logo Boston Celtics

La versione originale del logo dei Boston Celtics di oggi ha visto la luce nel 1968 e da allora è stata ridisegnata solo due volte. Sebbene la storia del club risalga agli anni ’40 e ci fossero altri due concetti di design per il suo stemma, quelle versioni sono già state dimenticate. L’iconico folletto nella sua tuta verde è stato disegnato per la prima volta su un pallone da basket rosso scuro e solo nel 1974 è stato posizionato su uno sfondo bianco e racchiuso in una cornice circolare verde audace con il nome della squadra scritto attorno. Oggi il logo ha più colori e tutti i suoi elementi sono ben bilanciati e raffinati, creando un perfetto look professionale e mostrando il valore delle radici e delle tradizioni del club.

8. Miami Heat
Logo Miami Heat

Rispetto alle altre squadre della nostra lista, Miami Heat è piuttosto giovane, quindi il suo logo è stato ridisegnato solo una volta, mantenendo il concept originale e non allontanandosi troppo dallo stile e dalla tavolozza dei colori iniziali. Il primo stemma, creato per la squadra, è stato introdotto nel 1988 ed è rimasto intatto per quasi un decennio. Era la stessa scritta nera in grassetto che possiamo vedere oggi, la palla di fuoco era disegnata con più sfumature arancioni e l’anello era colorato di nero, bilanciando l’iscrizione. Anche se oggi, con il basket rosso scuro e la fiamma arancione che ne esce, il logo del club di Miami sembra molto più potente e moderno. Tutto qui è pulito e forte, i contorni sono perfettamente rifiniti e le proporzioni sono in completa armonia.

7. Charlotte Hornets
Logo Charlotte Hornets

Gli Charlotte Hornets sono una delle squadre che per un periodo abbastanza significativo ha giocato con un altro nome: dal 2004 al 2014 il club si è chiamato Charlotte Bobcats. Quindi, la storia dell’identità visiva degli Hornets può essere suddivisa in tre parti: i primi Hornets, con alcuni emblemi ingenui e immagini caricaturiste, i Bobcats con i distintivi moderni e “selvaggi” e i moderni Hornets con un aspetto estremamente elegante e sì, sofisticato, distintivo in una tavolozza di colori turchese scuro e blu.

Il logo di Charlotte Hornets potrebbe funzionare per un marchio di moda casual o per la copertina di un album hip-hop con un enorme successo come fa per il suo club di basket. Il calabrone simile a un alieno con le sue ali bianche e affilate è accompagnato da un’iscrizione a due livelli, eseguita con un carattere tipografico personalizzato, unico e memorabile.

6. Soli Fenice
Logo Phoenix Suns

L’attuale badge Phoenix Suns è stato introdotto nel 2013 ma è completamente basato sulla versione del 2000, solo con una tavolozza di colori ripensata. Prima di allora, il club aveva altri due loghi con raggi netti attorno al basket arancione, ma a entrambi mancava qualcosa. L’ultimo emblema è eseguito in una rigorosa tavolozza di colori in bianco e nero con le sfumature arancioni sul basket e la sua stilizzazione “sole”, che crea un forte accento e sottolinea il principale: lo sport. Lo stemma geometrico bianco e nero della squadra dei Phoenix Suns fa risaltare il club anche nell’elenco dei suoi concorrenti, che preferiscono tonalità più luminose e design più elaborati.

5. Maghi di Washington
Logo Washington Wizards

Prima di ottenere l’attuale design moderno e sicuro per il suo badge, il club dei Washington Wizards ha sperimentato molto. Mentre giocavano sotto il nome di Bullets, avevano uno degli emblemi più iconici e riconoscibili nella storia della NBA: il logo con due mani alzate e un pallone da basket rosso sopra di loro. Ma il nome è stato cambiato nel 1997 e i primi loghi dopo il rebranding non hanno avuto molto successo. Anche se il badge di oggi è davvero straordinario e semplice allo stesso tempo. Si tratta di un medaglione circolare in una patriottica tavolozza di colori blu-rosso-bianco, con la Stella grigia sfumata come elemento centrale e una voluminosa scritta, con il colore bianco ammorbidito e leggermente sfumato.

4. Milwaukee Bucks
Logo Milwaukee Bucks

Il cervo è sempre stato l’elemento principale dell’identità visiva dei Milwaukee Bucks, ma nel 2015 l’animale è diventato un vero e proprio simbolo di potere e grazia. L’attuale stemma del club di basket di Milwaukee è eseguito in una tavolozza di colori beige e verde calma ed elegante e presenta linee e forme pulite perfettamente bilanciate, con il disegno moderno e nitido di un cervo e una scritta sans-serif geometrica pulita, scritta lungo il parte inferiore della cornice circolare del logo. Non c’è assolutamente nulla di speciale nella composizione dello stemma, e non si vede alcun legame con il basket o lo sport, ma l’animale evoca un estremo senso di forza e determinazione, che non serve nient’altro.

3. Toronto Raptors
Logo Toronto Raptors

La terza riga della tua classifica di oggi va a Toronto Raptors. L’unica squadra canadese che gioca in NBA ha un logo molto forte e memorabile. La sua prima versione è stata introdotta nel 2015, dopo due distintivi con un dinosauro nella maglia del club. Il concetto ripensato era più minimalista e forte: costruito attorno al basket con le sue cuciture sostituite dalle tracce degli artigli, delineato in una spessa cornice circolare con una scritta audace e pulita. Dopo il restyling del 2020, la parte centrale dello stemma è diventata rossa e nera, il che non ha fatto altro che elevare l’intero stato d’animo e rendere ancora più visibile e sensato il senso dello spirito combattivo. La cornice è stata semplificata, che ha dato più spazio alle scritte, quindi un migliore equilibrio e proporzioni.

2. Atlanta Hawks
Logo Atlanta Hawks

Dopo una dozzina di riprogettazioni, il club degli Atlanta Hawks ha finalmente trovato il suo emblema perfetto nel 2020. Sebbene la versione originale sia stata creata nel 2015, aveva un aspetto diverso a causa dei colori tenui e della mancanza di contrasto. Lo stemma di oggi del club di basket di Atlanta può sicuramente essere definito uno dei loghi più eccezionali ed eleganti nella storia della NBA. L’immagine stilizzata della testa di falco, posta di profilo e rivolta a destra, è tracciata con una spessa linea rossa su un cerchio bianco, e delineata in una doppia cornice rossa con la scritta leggera e molto delicata, eseguita in un carattere condensato con ingrandimenti serif.

1. Chicago Bulls
Logo Chicago Bulls

E il leader nei loghi di tutti i tempi, con cui è difficile discutere: i Chicago Bulls. È senza dubbio l’emblema NBA più famoso e riconoscibile in tutto il mondo, e anche quello con più potere. Lo stemma dei Chicago Bulls è stato disegnato nel 1996 e da allora non è mai stato cambiato. Perché semplicemente non c’è niente da cambiare. È brillante, è forte, è brutale e c’è anche l’equilibrio. La testa rosso scuro di un toro con corna bianche e punte rosse aguzze è accompagnata da una massiccia iscrizione nera posta sopra di essa su due livelli. La scritta è impostata in un carattere serif con linee morbide e piccole curve, che ammorbidisce la nitidezza degli elementi grafici e rende l’animale sull’emblema meno aggressivo.