L’elemento visivo principale, la campana, è stata una parte essenziale del logo Taco Bell per gran parte della sua storia. Tuttavia, l’emblema, così come il marchio denominativo, è stato modificato più di una volta.

Significato e storia

Il primo logotipo Taco Bell, adottato nel 1962, aveva due parti indipendenti: un marchio denominativo e un disegno sombrero / campana. Il nome dell’azienda è stato dato in lettere “danzanti” collocate all’interno di forme rettangolari (verde, rosso, arancione e giallo).
L’emblema festoso e vivace fu usato fino al 1972, quando fu adottato un semplice marchio denominativo. Insieme al cambiamento nella tavolozza dei colori e nelle forme delle lettere, anche l’impressione generale è stata cambiata. Il logo non sembrava più così ingenuo, ma perse molto della sua unicità.
La riprogettazione del 1984 ha portato un nuovo elemento: una campana. I colori che presentava erano caldi e invitanti, ma non eccessivamente luminosi. Il nuovo look era sicuramente più riconoscibile, eppure riuscì a preservare la sua identità etnica. È interessante notare che la combinazione di colori ha in qualche modo ricordato l’immagine dei tacos: l’arancia della carne ricoperta di formaggio, il giallo della tortilla, il rosso della salsa.

L’evoluzione del simbolo negli anni ’90

Il 1992 ha portato a un logo completamente nuovo. Sebbene l’elemento visivo principale – la campana – sia stato preservato, la sua forma e i suoi colori sono cambiati radicalmente. Andato era lo schema di colori naturale e terroso. Invece, è stata adottata la combinazione di arancione e viola. La campana stessa era inclinata.
La modifica del logo del 1994 includeva colori ancora più luminosi: rosa e blu. La campana, così come le lettere, si allargarono, mentre lo sfondo divenne uniforme.

L’emblema del 2016

Oltre ad aprire un nuovo ristorante di punta a Las Vegas, Taco Bell ha introdotto un logotipo completamente nuovo. L’azienda spiega il suo aspetto minimalista con la necessità di personalizzazione. Il semplice logo offre a ogni ristorante la possibilità di sperimentare modelli e trame.

Font

Il tipo sans-serif, tutto maiuscolo, sembra pulito e minimalista.

Colore

La stessa campana presenta una combinazione di due tonalità di viola, chiaro e scuro, mentre il marchio denominativo è dato in nero.