Il logo della catena di fast food con sede in Georgia Chick-fil-A offre un chiaro indizio sulla specializzazione “pollo” del ristorante.

Logo di significato e storia

Il primo ristorante della catena aprì le sue porte nel 1967. Tuttavia, il sandwich di pollo chiamato Chick-fil-A apparve molto prima. Fu nel 1961 che S. Truett Cathy, all’epoca presidente della catena di ristoranti Dwarf Grill, scoprì un apparecchio in grado di preparare un sandwich di pollo con la stessa velocità con cui viene cucinato un normale hamburger. Il sandwich divenne la voce di menu principale del Dwarf Grill, mentre il suo successo diede a Cathy la possibilità di aprire la sua catena di ristoranti.
Il nome della catena è un gioco di parole basato sul “filetto di pollo di grado A” (che significa “il filetto che merita il grado A). Tenendo conto di ciò, non sorprende affatto che il logo Chick-fil-A originale mostrasse effettivamente la “A” in un modo che dava il senso di un voto di scuola. Il glifo era rosso, mentre tutte le altre lettere erano nere. Inoltre, il primo marchio denominativo includeva la testa di un pollo, che sembrava un po ‘troppo felice per qualcuno che stava per essere cucinato.

Vecchia mascotte

La mascotte originale della catena, il pollo antropomorfizzato, si chiamava Doodles. Nel corso del tempo, è stato sostituito da una mucca, eppure, appare ancora come parte della “C” sul logo.

Simbolo nel 1970

Pur conservando la natura della sceneggiatura del suo logo, la società ha apportato alcune notevoli modifiche ad esso nel 1970. La più importante di queste era probabilmente la “fusione” della testa del pollo e la “C” che ha portato all’iconica “C” con una cresta di gallo e un occhio. Il pettine e l’occhio sono stati enfatizzati dal colore rosso, mentre il resto del logo era nero.
Il logo del 1980 cambiò leggermente la posizione della “C” in modo che il pollo sembrasse un po ‘più alto. Nel 1986, il logo divenne rosso scuro, mentre la sua forma generale fu preservata.
In questa forma e colore, il marchio esisteva da più di 25 anni fino a quando nel 2012 non furono introdotte alcune sottili modifiche. Innanzitutto, il colore è stato cambiato in una tonalità di rosso più luminosa e accattivante. I glifi sono stati leggermente modificati per rendere il marchio denominativo più chiaro, più leggibile, mentre il becco del pollo è diventato più semplice e ora non è costituito da due parti come suo predecessore. Inoltre, la posizione della testa del pollo è stata nuovamente modificata in modo da non guardare in basso ma in avanti.

Emblema e controversie pubblicitarie

La catena Chick-fil-A è nota per la sua politica extra-protettiva nei confronti del suo marchio, che è stato definito “bullismo aziendale”. In particolare, alcune aziende hanno smesso e desistono le lettere dalla società per aver usato la frase “mangia di più”, che fa parte dello slogan del Chick-fil-A “mangia più pollo”. È interessante notare che la società è riuscita a protestare con successo non meno di trenta avversari che hanno usato la frase “mangia di più”.
Tuttavia, alcuni avversari sono riusciti a difendere i propri diritti. Ad esempio, l’artista del Vermont Bo Muller-Moore, che ha stampato magliette con la scritta “Eat More Kale”, aveva questa frase registrata dall’Ufficio brevetti degli Stati Uniti nel 2014.

Font

I glifi delle sceneggiature presenti sul logo Chick-fil-A sono stati disegnati a mano appositamente per la catena di ristoranti. Le linee casual creano un’atmosfera rilassata e rilassata.