Unicef logo PNG

Il logo UNICEF può sembrare assolutamente trasparente e autoesplicativo, eppure ci sono un paio di dettagli interessanti che sono spesso male interpretati.

Significato e storia

UNICEF Logo historia

Il Fondo delle Nazioni Unite per l’infanzia apparve nel 1946 con la missione di proteggere i bambini europei che furono colpiti dalla devastazione della seconda guerra mondiale. Tuttavia, nel corso del tempo la missione si è ampliata e ha iniziato a includere l’assistenza a bambini e madri nei paesi in via di sviluppo.

1946 – 1953

Unicef logo 1946
Il primissimo logo dell’UNICEF presentava un distintivo elegante ma rigoroso, composto da un’immagine circolare, raffigurante la terra, racchiusa in una cornice a ghirlanda. Mentre la parte interna dell’emblema monocromo è stata eseguita con linee sottili e sottili, l’inquadratura presentava elementi audaci e tocchi spessi.

1953 – 1960

Unicef logo 1953
La riprogettazione del 1953 ha introdotto una nuova versione del logo dell’UNICEF. I due elementi del distintivo precedente sono stati mantenuti ma ridisegnati con linee nere più sottili e l’audace sagoma nera di un bambino è stata posta al centro della composizione. C’era anche un’iscrizione a due livelli “Per tutti i bambini del mondo” arcuata sopra la parte superiore del distintivo. La scritta in maiuscolo è stata eseguita in un semplice carattere sans-serif di peso medio. Il logotipo “UNICEF” era arcuato sotto il badge, in linee spesse e con molto spazio tra le lettere maiuscole.

1960 – 1975

Unicef logo 1960
Nel 1960 il logo è stato ridisegnato contro la scritta dalla parte superiore del logo è stata rimossa e la scritta “United” nella riga inferiore ha cambiato il suo carattere tipografico in un sans-serif più audace e moderno, con elementi arrotondati e tagli dritti delle linee delle lettere . Per quanto riguarda la parte grafica, le linee sono state modificate e la silhouette del bambino nero è stata sostituita dall’immagine nera di una donna che tiene in mano un bambino. Questa era una rappresentazione grafica di amore, supporto e cura.

1975 – 1978

Unicef logo 1975
Nel 1975 il logo dell’UNICEF ha cambiato il suo concetto e ha reso il marchio denominativo la parte principale dell’identità. L’iscrizione stilizzata sans-serif eseguita in linee molto spesse è stata impostata in nero su sfondo bianco e ha sostituito il punto sopra la lettera “I” con l’iconico emblema del globo con la madre e il bambino. Era un logo contemporaneo e audace, che evocava un senso di protezione e stabilità.

1978 – 1986

Unicef logo 1978
La riprogettazione del 1978 ha aggiunto leggerezza al logo completando ogni lettera nera dell’iscrizione con una sottile linea bianca che attraversa il centro e ripete la forma di ciascun simbolo. Sebbene nel complesso il logo sia rimasto intatto, mantenendo la tavolozza dei colori monocromatici, l’emblema e le forme delle lettere come nella versione del 1975.

1986 – 2001

Unicef logo 1986
Nel 1986 il logo dell’UNICEF è stato nuovamente ridisegnato. Ora l’emblema è stato posizionato a destra del logotipo, che è stato impostato nella minuscola di un carattere sans-serif semplice e rigoroso, utilizzando linee di peso medio. I contorni puliti delle lettere e praticamente lo spazio nell’iscrizione hanno reso l’intera composizione stabile ma ariosa e amichevole.

2001 – Oggi
Unicef logo

Il logo dell’UNICEF comprende l’immagine di una madre e un bambino, un globo, rami di ulivo e il marchio.

La raffigurazione di una madre e di un bambino sottolinea la nobile missione intrapresa dall’UNICEF, mentre la corona di ulivi può essere interpretata in vari modi. Nell’antica Grecia era il premio per il vincitore dei Giochi Olimpici, quindi può essere un simbolo di vittoria. Inoltre, i due rami d’ulivo possono essere spiegati come un riferimento alla Parola di Dio della Bibbia. Come parte dell’emblema dell’UNICEF, i rami d’ulivo sono spesso intesi come il simbolo della pace.

Simboli del logo

Il logo UNICEF comprende l’immagine di una madre e un bambino, un globo, rami di ulivo e il marchio denominativo.
La rappresentazione di madre e figlio sottolinea la nobile missione intrapresa dall’UNICEF, mentre la corona di ulivi può essere interpretata in vari modi. Nell’antica Grecia, era il premio per il vincitore ai Giochi Olimpici, quindi può essere un simbolo di vittoria. Inoltre, i due rami di ulivo possono essere spiegati come riferimento alla Parola di Dio dalla Bibbia. Come parte dell’emblema dell’UNICEF, i rami di ulivo sono spesso intesi come il simbolo della pace.

logo UNICEF

L’emblema del globo

La rappresentazione della Terra è un modo per sottolineare che l’UNICEF si prende cura dei bambini di tutto il mondo e che non esistono confini per questa organizzazione. È interessante notare che, se dai un’occhiata più da vicino al globo simile a una griglia come appare nel logo delle Nazioni Unite, potresti notare che la griglia divide il globo in 33 parti. Alcune teorie del complotto collegano questo fatto con i 33 gradini della scala che un massone può salire, creando così un collegamento tra l’UNICEF e la massoneria.

Font

Il nome dell’organizzazione, che avrebbe dovuto essere indicato in maiuscolo, è minuscolo. Il carattere tipografico sans-serif assomiglia molto al carattere Univers Light creato da Adrian Frutiger nel 1954. È un tipo pulito e trasparente.

Colore

Una delle caratteristiche del logo UNICEF che viene spesso frainteso è la sua combinazione di colori. La leggera, ottimistica tonalità di blu in combinazione con il bianco è spesso intesa come il simbolo del cielo e delle nuvole. Tuttavia, il motivo della scelta del blu e del bianco è stato il fatto che sono i colori ufficiali delle Nazioni Unite.