NERF logo

NERF logo PNG

Sebbene il logo del marchio di giocattoli NERF sia sempre stato costruito attorno al nome dell’etichetta, il design in sé non è stato coerente: ha subito alcune modifiche notevoli.

Significato e storia

storia del logo NERF

Nerf è un marchio di giocattoli noto soprattutto per le sue pistole artistiche (i cosiddetti blaster) munizioni da tiro realizzate con una schiuma speciale. Dall’inizio del 2021 appartiene a Hasbro.
Il logo Nerf è sempre stato dominato dal nome del marchio a caratteri cubitali. Per la maggior parte della sua storia, le lettere erano gialle. Sebbene finora siano state apportate almeno cinque modifiche, puoi vedere chiaramente gli stili di base. Il vecchio stile “infantile” mostra un carattere creativo e giocoso con lettere “danzanti”, mentre il nuovo stile “sportivo” si concentra su forme in corsivo e più regolari.

1969

Nerf Logo 1969

La storia del marchio può essere fatta risalire al 1969, quando Reyn Guyer, un inventore di giochi, suggerì a Parker Brothers una versione indoor di un gioco di calcio. A quel punto, i fratelli avevano già sviluppato una palla in schiuma di poliuretano perfetta per un gioco del genere.
Il logo posto sui primi prodotti non conteneva altro che la parola “Nerf” stilizzata come “NeRF”. Ciascuna delle lettere era stata disegnata appositamente per il marchio. Guardando i glifi giocosi e irregolari, puoi sentire che il loro stile ricorda lo stile selvaggio dei disegni dei bambini. La combinazione della “e” minuscola con le maiuscole è caratteristica per i bambini che stanno solo imparando a scrivere. Il design è allegro grazie al colore luminoso e chiaro.

1990

Nerf Logo 1990

Il logo Nerf aggiornato ha perso parte della giocosità e dell’irregolarità del suo predecessore. Da un lato, le lettere sembravano ancora disegnate a mano. Eppure, questa era ora una mano più abile di un adulto, e non stava nemmeno cercando di imitare il disegno di un bambino.
Mentre il centro dei glifi è rimasto giallo, sono state aggiunte finiture rosse e sfumature più scure. A causa di ciò, ora c’era più profondità.
Dietro il wordmark, una combinazione di rettangoli gialli e verdi è apparsa sullo sfondo blu.

1992

Nerf Logo 1992

Il tipo è diventato ancora più “adulto”. Ora, le lettere non sembravano essere state scritte a mano. Eppure, hanno conservato il loro tocco unico e artistico. Lo puoi sentire, ad esempio, nei “serif” creativi nelle parti superiori di “N”, “R” e “F” o nel modo in cui le barre diagonali in “N” e “R” sono state sostituite dalle curve.
Sullo sfondo è apparso un cerchio blu, probabilmente ispirato al primo prodotto dell’azienda, una palla di schiuma. Dietro la palla c’era una forma viola con angoli retti e più punti bianchi.
Il logo sembrava meno amichevole del suo predecessore e per niente infantile. Solo i colori super brillanti riecheggiavano ancora il carattere giocoso dei modelli precedenti.
Inoltre, era piuttosto dinamico a causa del tipo in corsivo e della direzione diagonale della forma viola. Il cerchio non sembrava statico: probabilmente avrebbe dovuto essere una palla che era appena rimbalzata da terra.
C’era anche una versione più semplice, dove la palla era rossa, mentre la forma viola era stata rimossa.

1998

Nerf Logo 1998

Il design ha iniziato a sembrare più professionale. Eppure, non c’era una sensazione di “giocattolo” o “infanzia” in questo – era più un logo sportivo.
Il carattere tipografico ha perso le insolite curve e serif. Invece, era un carattere in corsivo più generico. Il collegamento tra la “E” e la “R” ha aggiunto un tocco unico, però.
Sopra il wordmark, c’era un emblema, dove una “N” dinamica era posta sopra un’ellisse blu in un bordo ovale giallo.

2003

Nerf Logo 2003

Questa versione era la più “infantile” di tutte. Sembrava fosse stato disegnato da qualcuno che ha appena imparato a scrivere. Inoltre, le linee dei glifi suggerivano che fossero stati disegnati con un dito usando una vernice fluida.

2004

NERF logo

La sensazione sportiva è tornata al logo Nerf, e anche il celeste infantile è stato sostituito da un giallo più nobile con una sfumatura brunastra. C’era persino uno swoosh rosso che enfatizzava la sensazione sportiva.
C’è anche un logo alternativo. Appare più scuro a causa dell’aggiunta dello sfondo nerastro dietro il wordmark.

Font

Il tipo presente nell’attuale logo NERF si chiama Letraset Crillee. È stato realizzato nel 1980-1987 da Dick Jones, Peter O’Donnell e Vince Whitlock e pubblicato nella biblioteca dell’ITC.

Colore

Il logo è stato relativamente coerente nella sua tavolozza di colori. A partire dalla primissima versione, il colore principale è sempre stato l’oro o il giallo. Tuttavia, non è sempre stata la stessa tinta. Mentre alcune versioni presentavano solo il giallo, altre vantavano una tavolozza più diversificata.