Marshalls logoMarshalls logo PNG

Marshalls è una catena di grandi magazzini a basso prezzo con sede a Framingham, nel Massachusetts. Appartiene alle società TJX. La sua gamma principale di prodotti comprende abbigliamento e moda per la casa. Le radici dell’azienda risalgono al 1956, quando Alfred Marshall, insieme a un gruppo di persone che la pensano allo stesso modo, creò il concetto “Brand Names For Less”.

Significato e storia

storia Marshalls logo


Il logo Marshalls ha subito molteplici modifiche nel corso dei suoi oltre 65 anni di storia. Non è per dire che l’azienda sia stata troppo sperimentale: ogni aggiornamento è sembrato più parte di un’evoluzione graduale e cauta piuttosto che una rivoluzione.

Cos’è Marshalls?
Uno dei principali rivenditori americani, Marshalls offre abbigliamento per la famiglia e moda per la casa a prezzi scontati. Il numero di punti vendita negli Stati Uniti è di oltre 1.120 (2020) e ci sono anche un centinaio di negozi in Canada.

1956 – 1968
Marshalls logo 1956

Il segno originale presentava già un nome di spicco del marchio. Le lettere erano piuttosto in grassetto, con le linee che variavano da spesse a sottili. La parte più notevole era probabilmente la “M”, che era formata da un nastro.

1968 – 1974

Marshalls logo 1968

Il nastro “M” è stato sostituito da un glifo più pulito e leggibile. Questa volta, il marchio è stato raddrizzato e sembrava molto più regolare. Sebbene fosse meglio leggibile, divenne anche più generico.

1974 – 1980
Marshalls logo 1974

 

È stato introdotto un tocco insolito: una sottile linea bianca che attraversava ciascuno dei glifi. Oltre alla versione in bianco e nero, è stato introdotto un logo in blu. La forma dei glifi non era la stessa del precedente marchio, ma c’era ancora qualcosa di simile: la maggior parte delle lettere erano minuscole e avevano una forma classica.
Questa è la prima versione in cui è stato eliminato l’apostrofo.

1980 – 1989
Marshalls logo 1980

La linea bianca che attraversava le lettere si fece un po’ più marcata. A parte questo, il logo Marshalls sembra lo stesso.
Il problema con questo wordmark è che la sua leggibilità non è all’altezza.

1989 – 2004
Marshalls logo 1989

È stato introdotto un design più elegante e raffinato.
Le lettere avevano perso gran parte del loro peso: ora sembravano più leggere e più allungate. La “M” era maiuscola. In particolare, tuttavia, la forma dei glifi era stata perfezionata: ora si potevano vedere estremità arrotondate sulle “a” e c’erano notevoli modifiche nello spessore delle linee. Inoltre, le linee bianche all’interno dei glifi sono state modificate per sembrare eleganti, non sportive, come nella versione precedente. Possiamo dire che questa versione ha alcune qualità associate ai design “femminili”, in contrasto con il suo predecessore “maschile”.
Nel logo principale, tutte le lettere, ad eccezione della “M”, erano minuscole. Tuttavia, c’era anche una versione maiuscola. Lo stile era lo stesso.
Oltre alla nuova forma, il logo presentava anche una diversa tonalità di blu. Era più morbido, più calmo e più unico del suo vibrante predecessore.

2004 – presente
Marshalls logo

Questo è un altro passo nella graduale evoluzione. Il risultato è un wordmark più leggibile e più pulito, che conserva ancora lo stile raffinato del suo predecessore.
La linea bianca è completamente scomparsa, quindi i glifi ora sono solidi. Il colore è diventato più scuro, il che ha creato un contrasto migliore.

Colori e carattere

Mentre il colore del logo Marshalls è abbastanza scuro da risaltare sullo sfondo bianco, non è solo un nero generico. È una tonalità rara, che si apre solo se guardi più da vicino.
Il tipo sembra di base ma ha un tocco leggermente elegante a causa delle transizioni da spesso a sottile. La caratteristica unica è la “M” che aggiunge un tocco di dinamismo.