Nashville Sounds LogoNashville Sounds Logo PNG

Il club di baseball è stato fondato intorno al 1976. Prende il nome dal cosiddetto “suono di Nashville”, un tipo di musica country nata nella zona a metà del XX secolo.

Significato e storia

storia Nashville Sounds Logo

1998 — 2014

Nashville Sounds Logo 1998

Il logo Nashville Sounds 1998 mostra un giocatore che ha appena colpito una palla da baseball. In realtà c’è solo il contorno nero del giocatore, mentre alle sue spalle si intravede lo skyline di Nashville, anch’esso in nero. Posizionato sullo sfondo arancione, ha un’atmosfera leggermente romantica al tramonto. Il logo ha una forma ovale, con la scritta “Sounds” in rosso posizionata in primo piano.

2015 — 2018

Nashville Sounds Logo 2015

Nel 2015 è stato introdotto un logo con una grande “N” rossa sopra uno scudo grigio. È interessante notare che, mentre il logo Nashville Sounds non copia alcun elemento dall’emblema della squadra madre, la “N” ricorda in qualche modo nello stile la “A” del logo Oakland Athletics.

2019 — Oggi

Nashville Sounds Logo
L’identità visiva di Nashville Sounds creata nel 2019 vanta un badge circolare luminoso e fresco nella tavolozza dei colori bianco, blu e Ted, che è la più patriottica. Il colore principale dello stemma è il bianco, e il cerchio presentava una parte centrale, stilizzata come una palla da baseball con un contorno rosso, dove è posizionata la lettera blu personalizzata “N” e la scritta “Nashville Sounds” nel secolo maiuscolo posta intorno il perimetro. L’iscrizione è separata da spesse linee rosse e blu, che aggiungono riconoscibilità e memorabilità al logo.

Colori

A differenza di molti altri team affiliati, i Nashville Sounds hanno creato una tavolozza assolutamente indipendente (rosso, nero e argento platino). Non un solo colore è stato preso in prestito dal logo della loro squadra dei genitori.

Cos’è Nashville Sounds?
Nashville Sounds è il nome del club di baseball del Tennessee State, fondato nel 1978. Oggi il club gareggia nella Minor League Baseball ed è gestito da Rick Sweet.