Amon Amarth LogoAmon Amarth Logo PNG

Gli Amon Amarth sono un gruppo musicale con sede a Tumba, in Svezia. È stata costituita nel 1992.

Significato e storia

La band si riferisce al loro genere come metal melodico. Eppure, in effetti, puoi vedere un chiaro legame con il metallo vichingo a causa di molteplici allusioni alla mitologia e alla storia vichinghe nei testi. Queste allusioni sono anche vitali per comprendere il significato dietro il logo Amon Amorth.

Tecnicamente parlando, il logo non contiene nulla a parte il nome della band, nessun elemento pittorico. Eppure, gli stessi glifi possiedono già uno stile tale da essere un’immagine in sé.

Amon Amarth Logo
Come sappiamo, i Vichinghi usavano le rune quando avevano bisogno di registrare momenti di grande importanza. Avevano un alfabeto completo composto da rune di forma appuntita e angolare. Tuttavia, se gli autori del logo avessero usato le vere rune vichinghe, ciò avrebbe reso la scrittura indecifrabile per la maggior parte dei fan della band.

Quindi, i designer hanno dovuto attenersi all’alfabeto latino, che è stato adottato solo alla fine dell’era vichinga, con la cristianizzazione della Scandinavia.

Per riprodurre l’atmosfera storica, hanno usato intricati riccioli e giri, elaborati dettagli decorativi e una struttura specifica delle lettere. Rendeva i glifi simili agli scritti antichi, anche se non erano esattamente dell’epoca e della cultura in questione. Puoi trovare un carattere simile tra i cosiddetti caratteri celtici.

I glifi assomigliano a quelli di Omina, un tipo unicase sviluppato da Karlgeorg Hoefer. Omnia è stata ispirata dalla scrittura in maiuscolo utilizzata nel III-IX secolo. Tuttavia, ci sono alcune differenze che rendono unico il logo.

Copertine degli album

Nel corso degli anni, la band ha utilizzato lo stesso logo sulle copertine degli album senza apportare modifiche alla forma dei glifi. Solo il colore delle lettere è variato a seconda dello sfondo.

Tuttavia, il nome dell’album ha in genere caratterizzato da un tipo diverso.

La copertina di Twilight of the Thunder God (2008) e Deceiver of the Gods (2013), ad esempio, mostrava il tipo Omnia, che si fondeva perfettamente con il logo principale di Amon Amarth. I nomi degli album sulle copertine di The Crusher (2001), Versus the World (2002) e Berserker (2019), al contrario, presentano caratteri serif più tradizionali.