VISA Logo PNG

Significato e storia

storia del logo VISA

L’identità visiva di Visa è sempre stata uno dei loghi più riconoscibili nel segmento finanziario in tutto il mondo e l’azienda ha fatto di tutto per non perdere la sua individualità con tutte le riprogettazioni nel corso della storia. Il logo che tutti possiamo vedere oggi fa parte del badge, creato nel 1976, e sembra ancora spigoloso e moderno, poiché la semplicità è la chiave.

1958 – 1976

VISA Logo 1958

Il logo Visa originale fu introdotto nel 1958 quando la carta fu lanciata dalla Bank of America con il nome BankAmericard. Il marchio in sans-serif blu era posto su una striscia bianca, che si trovava al centro di un badge rettangolare con gli angoli arrotondati. Sopra la striscia bianca ce n’era una blu e sotto di essa – gialla. Lo stemma aveva un doppio contorno bianco e blu molto sottile e delicato, che aggiungeva un tocco di competenza e professionalità all’immagine.

1976 – 1992

VISA Logo 1977

Il marchio cambiò nome in “Visa” nel 1976 e il logo fu ridisegnato nello stesso anno, apponendo il nuovo marchio denominativo al posto di quello in grassetto, sullo stesso badge. La scritta “Visa” in tutte le maiuscole è stata eseguita in un carattere tipografico corsivo lucido ed elegante con i serif taglienti della lettera “V”, che si estende ai lati.

1992 – 1999

VISA Logo 1992

Nel 1992 la tavolozza dei colori del logo Visa è stata cambiata in una più chiara e il carattere tipografico dell’iscrizione è stato perfezionato, il che significa che le lettere sono più grandi e i contorni più puliti. La lettera “V” ora presentava un serif tagliente solo nella barra sinistra ed era allungata, evocando un senso di movimento e passione.

1999 – 2005

VISA Logo 1998

La riprogettazione del 1999 ha reso l’iscrizione ancora più grande e i colori – più luminosi, per quanto riguarda la composizione generale, è rimasta intatta, solo la striscia bianca al centro si è allargata per accogliere il wordmark ingrandito.

2005 – 2014

VISA Logo 2005

Il nuovo logo è stato introdotto nel 2005. Era solo un logotipo senza grafica aggiuntiva, ma la tavolozza dei colori blu e gialla è stata mantenuta, rendendo giallo il triangolo acuto sulla lettera “V”, mentre tutte le altre lettere sono rimaste blu. I contorni del marchio sono stati ammorbiditi e ora ha iniziato a sembrare più elegante ma professionale.

2014 – Oggi

VISA logo

La riprogettazione del 2014 ha portato il logo Visa che tutti possiamo vedere oggi. Completamente basato sulla versione precedente, il nuovo badge presentava una scritta iconica liscia in un blu sfumato scuro, che è vicino alle sfumature viola. La nuova tavolozza di colori ha aggiunto stile e creatività all’immagine, elevando il logo e rendendo il marchio più raffinato ed elegante.

Simbolo

Le carte di credito sono state le prime voci in assoluto a portare il logo. Tuttavia, le carte di debito e le smart card sono state introdotte negli anni ’80 ei quattro principali tipi di carte VISA – Electron, Classic, Gold e Platinum – hanno generato quasi trenta nuovi tipi. La rapida crescita della rete ATM ha creato opportunità uniche per le persone fisiche e giuridiche di effettuare pagamenti indipendentemente dalla posizione. Sarebbe corretto dire che la globalizzazione è iniziata con VISA.

Il design è abbastanza universale: ci sono carte a grandezza naturale e di piccole dimensioni (ideali per i viaggiatori che possono attaccarle ai portachiavi). I dati sono solitamente disposti orizzontalmente o verticalmente (principalmente in mini card).

Le prime carte presentavano un motivo di strisce blu, bianche e gialle e il marchio VISA era scritto in blu sulla striscia bianca. Il logo stesso era molto grande e occupava un terzo del diritto.

Il simbolo era abbastanza chiaro: il blu stava per il cielo, il giallo (oro) – per le dune della California, dove fu fondato il primo ufficio della Bank of America, e la riserva aurea immagazzinata nel Fort Knox Bullion Depository, che è il più sicuro al mondo uno.

Emblema

È stato nel 2006 che l’emblema è stato cambiato per primo. Le strisce erano sparite, ma la combinazione di colori è intatta. Ora l’emblema reca il nome del sistema scritto nel tipico carattere blu della società su sfondo bianco. La prima lettera presenta un elemento gratta e vinci dorato, che è anche simile a un battito di palpebre.

Anche la dimensione del carattere non è cambiata. Ora le quattro lettere vengono ridimensionate in base alle dimensioni dell’elemento grafico compatto posto nell’angolo inferiore destro.

Un altro elemento importante è un’immagine olografica 3D di una colomba. È un tipo di protezione semplice ma intelligente, poiché l’immagine copre parte del numero della carta. Il colore dell’ologramma dipende dal tipo di carta. I tipi di carta VISA più semplici come Electron e VPay potrebbero non presentare l’ologramma e utilizzare l’immagine della colomba e una “V” in stile sulla superficie, che sono visibili solo alla luce UV. Questa opzione aiuta a ridurre le spese aggiuntive.

Oggi, l’emblema VISA è un simbolo dell’integrità del sistema e dei vantaggi destinati agli utenti, appartenenti a diversi gruppi sociali: esistono tessere per studenti, insegnanti e altre categorie. Possono fornire sconti e possono essere utilizzati come ID, almeno negli Stati Uniti. In molti altri paesi gli utenti VISA hanno altri gadget come bonus cumulativi, ecc.