Tesla LogoTesla Logo PNG

Tesla è una società americana di auto elettriche fondata nel luglio 2003 in California. Uno dei co-fondatori dell’azienda è l’ingegnere e investitore americano Elon Musk, che ha aderito al progetto pochi mesi dopo la sua costituzione. Tesla è specializzata nella produzione di auto elettriche e nello sviluppo di tecnologie per lo stoccaggio efficiente dell’elettricità.

Significato e storia

Logo Tesla

Il marchio automobilistico Tesla ha preso il nome grazie allo sperimentatore fisico Nikola Tesla, che ha scoperto la corrente alternata e ne ha predetto la vasta applicazione nell’ingegneria e nella tecnologia. Grazie al suo nome, il marchio ha guadagnato una certa popolarità.

Un fatto interessante e poco noto nella storia di Tesla è che Elon Musk non era affatto alle origini dell’azienda. Tesla è stata fondata il 1 luglio 2003 da due investitori, Martin Eberhard e Mark Tarpenning. Musk è arrivato a Tesla pochi mesi dopo, investendo 6,5 milioni di dollari. E quello era il più grande investimento dell’epoca. Gli ha permesso di assumere la carica di capo dell’azienda, cosa che è tuttora, ed è stato sotto la sua guida che Tesla è diventata quella che è oggi: l’azienda automobilistica più costosa del mondo.

Il logo Tesla è stato progettato per rendere riconoscibili le idee dei motori elettrici al più ampio livello. Dopotutto, la sua idea principale di Tesla è quella di creare il motore elettrico e renderlo accessibile alle masse facilitando il trasporto di elettricità. Nel 1882 Nikola Tesla presentò il suo sviluppo unico: un motore a corrente alternata. Oggi questo motore, anche se modernizzato, è utilizzato nelle auto Tesla Roadster.

Dal 2005, l’azienda ha introdotto cinque modelli di auto elettriche a marchio Tesla: Roadster, Model S, Model X, Model 3 e Model Y. Tesla sta anche espandendo la sua rete di stazioni di ricarica elettriche Supercharger.

2004 – Oggi

Logo Tesla

Il logo Tesla è stato creato nel 2004 da RO Studio, un ufficio di design americano, che è anche responsabile dell’emblema di Space X, la seconda azienda di Elon Musk.

Il compito principale del logo Tesla è quello di dare un’idea inequivocabile della sua origine elettrica. Formalmente il logo è la lettera maiuscola del marchio, ma è anche un elemento del motore elettrico. La primissima versione del badge Tesla è stata disegnata nella forma dello scudo, da qui un’interessante forma della “T” maiuscola che vi era inscritta.

Sebbene la spiegazione più comunemente nota del logo Tesla, fatta eccezione per la lettera “T” semplicemente stilizzata, sia lo scudo, che rappresenta la sicurezza, esiste un’altra leggenda molto interessante sul significato delle insegne popolari, poiché tutti i loghi iconici devono avere diverse spiegazioni, teorie e misteri dietro di loro.

Il logo Tesla ricorda il naso di un gatto. E questa idea è stata confermata anche dal fondatore dell’azienda, Elon Musk, in persona. Il gatto è un animale, che simboleggia l’inizio profondo e intuitivo. E non molti possono sostenere che l’azienda abbia raggiunto il livello attuale grazie all’intuizione incredibilmente sensibile del suo proprietario. Un’altra cosa del naso del gatto è che è un indicatore del benessere e dell’umore dei suoi proprietari. Come sappiamo, Tesla fa di tutto per assicurarsi che ogni singolo aspetto del processo di guida funzioni per il divertimento e la sicurezza del guidatore.

Ma, come con la maggior parte dei misteri, quello di Tesla ha un’idea centrale piuttosto semplice. Quando è stato chiesto a Elon Musk su Twitter, ha risposto che il badge Tesla è “Simile a SpaceX, la T è come una sezione trasversale di un motore elettrico, proprio come la X è come una traiettoria di un razzo”.

Ma qualunque sia la storia dietro il badge Tesla, sembra spigoloso e futuristico, riflettendo perfettamente l’essenza dell’azienda, i suoi risultati e il suo approccio innovativo alla creazione di veicoli.

Cos’è Tesla?
Tesla è una giovane azienda automobilistica americana fondata nel 2003 in California. L’azienda, fondata dall’ingegnere Martin Eberhardt e dallo sviluppatore di computer Mark Tarpenning, è specializzata nella produzione di auto elettriche.

Simbolo

Symbol Tesla

Per sottolineare la continuità con le idee di Nikola Tesla, il brand ha utilizzato il logo sotto forma di scudo (un tradizionale elemento araldico). Ciò sottolinea la volontà di massimizzare la sicurezza degli utenti delle auto nuove (la sicurezza come bisogno umano fondamentale nella piramide di Maslow, ad esempio) e la massima sicurezza ambientale come risultato dell’utilizzo dei veicoli elettrici (il bisogno ecologico è sostanzialmente più alto nel Maslow piramide dei bisogni).

Emblema

Emblema Tesla

All’esterno, lo stemma di Tesla si presenta come un classico segno araldico – la figura principale (in questo caso – la lettera T, stilizzata come un segmento del motore elettrico) è inscritta a forma di emblema triangolare. Allo stesso tempo, il nome stesso del marchio evoca già associazioni definite, e sono legate alle scoperte rivoluzionarie nel campo dell’elettricità fatte alla fine del XIX secolo dallo sperimentatore e innovatore Nikola Tesla.

Font

Font Tesla logo

Il carattere occupa un posto speciale nel logo Tesla. I creatori del logo semplicemente non potevano permettersi di andare con qualcosa di tipico e ordinario. Il carattere contiene alcuni elementi dell’immagine principale: una lettera stilizzata “T”, sulla sommità del pomo che è come separata dall’elemento principale. Il carattere ci sembra più familiare dalle lettere del passato (sebbene utilizzato ancora oggi) rispetto al carattere utilizzato per l’indice. Solo qui nelle vocali “E” e “A” vengono eliminate le linee verticali “superflue”. Questo ci permette di parlare della simbologia del font che fa eco all’immagine principale, dove lo spazio allude ai campi magnetici nel motore elettrico, che interagiscono per creare coppia.

 

 

 

 

 

Simbolo

 

Per enfatizzare la continuità con le idee di Nikola Tesla, il marchio ha utilizzato il logo sotto forma di scudo (un elemento araldico tradizionale). Ciò sottolinea il desiderio di massimizzare la sicurezza degli utenti di auto nuove (la sicurezza come necessità umana di base nella piramide di Maslow, per esempio) e una massima sicurezza ambientale come risultato del funzionamento di veicoli elettrici (la necessità ecologica è sostanzialmente maggiore in la piramide dei bisogni di Maslow).

Emblema

Tesla Emblema

All’esterno, l’emblema di Tesla sembra un classico segno araldico – la figura principale (in questo caso – la lettera T, stilizzata come un segmento del motore elettrico) è inscritta nella forma di un emblema triangolare. Allo stesso tempo, il nome stesso del marchio evoca già associazioni definite e sono legate alle scoperte rivoluzionarie nel campo dell’elettricità fatte alla fine del 19 ° secolo dallo sperimentatore e innovatore di Nikola Tesla.

Font

Il carattere occupa un posto speciale nel logo Tesla. I creatori del logo semplicemente non potevano permettersi di scegliere qualcosa di tipico, ordinario. Il carattere contiene alcuni elementi dell’immagine principale: una lettera stilizzata “T”, la parte superiore del pomolo che è come se fosse separata dall’elemento principale. Il carattere ci sembra più familiare dalle lettere del passato (sebbene sia ancora usato oggi) il carattere usato per l’indice. Solo qui nelle vocali “E” e “A” vengono eliminate le linee verticali “superflue”. Questo ci permette di parlare della simbologia dei caratteri che fa eco all’immagine principale, dove lo spazio vuoto in realtà accenna a campi magnetici nel motore elettrico, interagendo per creare coppia.

Colore

I colori principali del logo Tesla sono argento (bianco) e nero. Su uno sfondo bianco, gli elementi neri sembrano particolarmente evidenti, inoltre questo contrasto viene trattato come un contrasto delle tecnologie di invecchiamento con nuove, efficienti dal punto di vista energetico ed ecologiche.
Viene anche utilizzata la combinazione di bianco (argento) e rosso, sottolineando l’innovativa, se non rivoluzionaria, natura del trasporto elettrico destinato al pubblico più vasto. Sono frequenti anche le variazioni nel posizionamento di un logo in bianco e nero su bandiere rosse e pendenti.