Supergirl logoSupergirl logo PNG

Il nome “Supergirl” è stato utilizzato per più di un personaggio di supereroina dei fumetti introdotti dalla DC Comics. La prima e più conosciuta di loro è Kara Zor-El, la cugina di Superman.

Significato e storia

storia del logo Supergirl

Il logo di Supergirl è sempre stato influenzato dall’emblema di Superman. In molti casi, sembrava lo stesso.

1959 – 1986

Kara Zor-El nei panni di Supergirl è apparsa per la prima volta in Action Comics # 252 (1959). Il personaggio è stato il risultato della collaborazione tra Otto Binder e Al Plastino.

La versione originale dell’emblema di Supergirl copia l’emblema di Superman dello stesso periodo (fu introdotto nel 1955 e utilizzato fino al 1986). Potresti vedere la lettera rossa “S” all’interno di un diamante giallo con finiture rosse.

1970 – presente

Supergirl logoC’era anche un logo aggiuntivo utilizzato durante questo periodo. La differenza più notevole era il sottile rivestimento nero che correva lungo tutte le linee e i tratti. A causa del bordo nero, il design è diventato più profondo.

Inoltre, sono stati apportati un paio di modifiche alla forma degli elementi. I due lati superiori del diamante si accorciavano, mentre i due lati inferiori si allungavano (erano arrotondati nella versione precedente). L’angolo tra i lati superiore e inferiore è diventato più nitido.

L’estremità superiore della “S” è diventata leggermente più larga e più curva. Il punto all’estremità inferiore è stato appiattito.

Nel complesso, questa versione sembrava più nitida, più spigolosa.

1988 – 1993

Questo assomiglia di più al logo originale del 1959 a causa della mancanza del bordo nero. Eppure, qui, gli angoli tra i lati inferiore e superiore del diamante sono più nitidi, mentre i lati sono diritti, il che rende il logo simile all’emblema alternativo introdotto nel 1977.

2011 – 2016

I nuovi 52 fumetti di questo periodo presentavano una versione ancora più spigolosa. Non solo il diamante sembrava angolare, ma anche la “S” grazie alle sue estremità affilate e ai lati raddrizzati.