Star Wars logoStar Wars logo PNG

Significato e storia

L’iconico logo di Star Wars, introdotto nel 1977, è la terza versione, creata per il famoso franchise nel corso della sua storia. I primi due emblemi però non furono quasi usati, poiché la versione del 1976 era per il rilascio di Star Wars, e quello, progettato nel 1977, poteva essere visto solo su alcuni primi poster e stampabili.

1976

Star Wars-1976-logo

Il logo del franchise di Star Wars del 1976, è stato disegnato da Ralph McQuarrie e presentava un logotipo nero, posto su uno sfondo bianco. L’iscrizione presentava un carattere tipografico sans-serif personalizzato con linee morbide, alcune delle quali erano inclinate al centro. L’emblema sembrava elegante e moderno, anche se troppo morbido ed elegante per la trama e l’atmosfera del franchise.

1977

Star Wars-1977-logo

Con la riprogettazione del 1977, l’emblema ha guadagnato due livelli, con scritte in grassetto sovrapposte e ridotte verso l’alto. Era un distintivo potente e memorabile con un carattere molto forte e maschile, dove le spesse linee nere avevano angoli ammorbiditi e tagli dritti dei bordi.

1977 – Oggi

Star Wars logo

Più tardi, nel 1977, fu introdotto l’iconico logo di Star Wars. Ed è venuto per restare. L’iscrizione bianca in sans-serif a linee larghe e levigate era delineata in nero e aveva le code della “R” e entrambe le “S” allungate ai lati. Questo emblema futuristico è diventato riconoscibile in un secondo e oggi nessuno dei produttori del franchise può essere immaginato senza questo logotipo monocromatico.

Simbolo

Il simbolo di Star Wars copriva i film (la trilogia originale, i prequel, i sequel, ecc.), Nonché altre visualizzazioni che vanno dalle serie TV ai giochi per computer. Quello che i designer chiamano l’Universo di Lucas conserva tutti i colori distintivi: nero (sta per abisso, spazio e innumerevoli mondi) e rosso (sta per battaglia, sangue, lotta e vittoria).

Una volta che il valore cinematografico e mitico della saga è diventato sovrastato da un enorme significato culturale, il logo di Star Wars è stato un must per una dimostrazione di ogni prodotto correlato: un cartone animato o una miniserie. Infine, dopo l’acquisizione della saga da parte dello Studio Disney, il progetto si è espanso oltre il continente americano. Il simbolo univa i fan in numerosi fan club e avrebbero felicemente contribuito a fantasiosi remake di tutti i tipi. Inoltre, i primi episodi avrebbero inevitabilmente raggiunto le posizioni di punta nelle classifiche cinematografiche, sia nei segmenti popolari che in quelli professionali.

Ciò che è stato ancora più meraviglioso non è stata solo la gioia del pubblico, ma anche la reazione di alcuni importanti critici al prodotto. Gli esperti sono stati lieti di rilevare le risposte alle sfide lanciate da Akiro Kurosava, un famoso regista giapponese, e soluzioni compositive che eguagliavano Sergey Eisenstein. Inoltre, ci sono stati numerosi flashback su Edgar Barrows, Edward Smith, Frank Herbert, ecc. Durante l’epopea, che hanno notato i critici di libri e film. Tutto ciò che il signor Lucas voleva fare era creare una specie di mondo fantastico, i cui effetti speciali avrebbero coperto le stesse vecchie debolezze, vizi e scelte umane. Sarebbe la stessa vecchia battaglia tra il Buono e il Cattivo, che si sarebbe rivelata più controversa e si sarebbe ridotta a scegliere il minore dei due mali …

Emblema

Alla fine, l’emblema di Star Wars simboleggiò uno straordinario successo per la 20th Century Fox, che era sull’orlo della bancarotta. E per il regista, che è diventato una leggenda dall’oggi al domani. E per il nuovo mondo fantastico, che è stato per anni di evoluzione e numerose incarnazioni mediatiche.

Il secondo film – The Empire Strikes Back – è stato diretto da Irvin Kershner, il terzo – The Return of the Jedi – di Richard Marquand. Tuttavia, milioni di fan hanno ancora conferito il ruolo del creatore a George Lucas. Tanto più che si è rivelato un vero genio del marketing. Dopo l’uscita del primo film e lo scoppio dell’interesse per la saga, ha avviato la produzione di beni di consumo con i simboli e i loghi del film: magliette, giocattoli e giochi per computer basati sulla trama. Milioni di fan, ispirati dai nuovi personaggi, hanno dotato i proprietari dei marchi di ricavi, che di tempo hanno superato i costi di ripresa e distribuzione. Lucasfilm ha trascorso decenni a monetizzare l’interesse del pubblico per il nuovo mondo concedendo in licenza la produzione di numerosi articoli etichettati come Star Wars (in seguito, il marchio è stato acquisito dalla Disney).

Logo impero

Non devi essere ossessionato da Star Wars e guardare il film mille volte per notare il simbolo dell’Impero. Il logo di Star Wars Empire appare sulle uniformi di diversi personaggi e può essere visto anche su bandiere, astronavi e poster di propaganda. L’emblema ti consente di dire a quale organizzazione appartiene il personaggio, il che è molto simile al modo in cui gli emblemi sono usati nel nostro mondo.

L’emblema dell’Impero Galattico è stato scelto da Sheev Palpatine quando ha fondato il Primo Impero Galattico. Il logo era presumibilmente basato sul simbolo a otto razze, utilizzato dalla Repubblica Galattica durante le Guerre dei Cloni.

L’ultima versione del logo di Star Wars Empire era un roundel a sei razze. L’elemento bianco al centro assomigliava a una rappresentazione stilizzata del sole, mentre la parte nera dell’emblema assomigliava molto a una ruota di un carro o di una carrozza.

E la vera origine dello stemma? Il design è stato sviluppato da John Mollo, che è più noto come la persona che ha creato i costumi per Star Wars: Episodi IV e V. Secondo Mollo, quando ha lavorato allo stemma dell’Impero a sei raggi, è stato ispirato dalle forme usate nel XVIII secolo fortificazioni del secolo. Almeno, questo è quello che ha detto in un’intervista alla rivista Star Wars Insider.

Logo della resistenza

Uno degli emblemi più noti di Star Wars, il logo Star Wars Resistance può anche essere indicato come Starbird dell’Alleanza Ribelle (o semplicemente Starbird) e lo stemma dell’Alleanza, oltre ad altri nomi. Il motivo per cui un simbolo ha più di un nome è piuttosto semplice: è stato utilizzato da due diverse organizzazioni.

Inizialmente, lo Starbird è stato utilizzato dall’Alleanza Ribelle (nota anche come Alliance to Restore the Republic). Nella trilogia originale, l’Alleanza è stata creata da Bail Organa e Mon Mothma per combattere contro l’Impero Galattico. La prima ribellione era basata su un movimento più vecchio e meno organizzato segretamente guidato da Organa.

Lo stemma era chiaramente visibile sui caschi di volo dei piloti Rebel X-wing. Secondo alcuni ricercatori, la forma dell’emblema potrebbe essere stata ispirata da un graffito lasciato da un esperto di armi e artista mandaloriano Sabine Wren in Star Wars Rebels. I graffiti originali mostravano la leggendaria fenice uccello. I graffiti della fenice / Starbird raffiguravano la creatura che si alzava in aria, con le ali spalancate e la testa rivolta a destra.

Trent’anni dopo, Leia Organa creò la Resistenza, la sua organizzazione militare per combattere il Primo Ordine. Poiché la Resistenza è stata ispirata dall’Alleanza Ribelle, è stato naturale che la nuova forza militare avesse preso in prestito l’emblema del suo predecessore.

Il logo di Star Wars Resistance adornava i caschi di parecchi piloti di caccia stellari, incluso Poe Dameron.

Font

Il logo di Stars Wars non era composto da un font esistente, ma disegnato da zero appositamente per il progetto. Ciò che attira la tua attenzione è probabilmente il modo in cui la “S” si fonde perfettamente con la “T” nella prima riga e la “R” nella seconda riga. Questa caratteristica crea una “rima” visiva che collega le due linee del logo.

Successivamente, nel 1998-1999, il designer italiano Davide Canavero (noto anche come Boba Fonts) ha creato un’intera famiglia di font ispirata al film. Oltre alle lettere prese dal wordmark di Star Wars invariate, Canavero sviluppò un carattere tipografico completo nello stesso stile e lo chiamò Star Jedi. Quindi, in pratica, questo è il carattere di Stars Wars più utilizzato in quanto è il più vicino all’originale. Ci sono anche molti altri tipi nella famiglia, ognuno dei quali è una modifica dell’originale.

Ad esempio, il tipo denominato Star Jedi Outline comprende lettere incorniciate da un contorno sottile, mentre il carattere denominato Star Jedi Logo consente righe di testo singole o doppie. Un altro tipo di questa famiglia è Star Jedi Special Edition, che si basa sul carattere presente sull’emblema della Star Wars Trilogy Special Edition ufficiale.

Oltre alla famiglia Star Jedi, puoi trovare anche altri caratteri tipografici ispirati alla serie. Ad esempio, il tipo Morte Nera, che è stato creato da un designer soprannominato Sharkshock. Il carattere tipografico ha una crenatura stretta e viene visualizzato al meglio con dimensioni grandi.