Seattle Seahawks Logo PNG

Il logo Seattle Seahawks è il tipo di emblema che crea una forte risposta emotiva. L’uccello indigeno aggressivo, il cui forte bagliore non è così facile da dimenticare, è stato modificato solo due volte.

Logo di significato e storia

Seattle Seahawks Logo historia

L’emblema è stato creato nel 1975, non molto tempo dopo il nome della squadra. Sia il nome che l’emblema hanno fatto il loro debutto il 17 giugno. All’epoca, il direttore generale del team John Thompson descriveva un Seahawk nel modo seguente: un “uccello robusto che mangia pesce”. Il logo mostrava una pittoresca testa di falco pescatore blu e verde con un forte becco.

1976 — 2001
Seattle Seahawks Logo 1976

Lo stemma è stato creato nel 1975, non molto tempo dopo che la squadra ha preso il nome. Sia il nome che l’emblema hanno fatto il loro debutto il 17 giugno. All’epoca, il direttore generale della squadra John Thompson descrisse un Seahawk nel modo seguente: un “uccello duro che mangia pesce”. Il logo presentava una pittoresca testa di falco pescatore blu e verde con un forte becco.

2002 — 2011
Seattle Seahawks Logo 2002

A prima vista, il logo era quasi lo stesso, poiché la metafora visiva di base non era cambiata. Tuttavia, in realtà sono state apportate alcune modifiche, risultando in un aspetto più pulito, aggressivo ed elegante.

Un cambiamento nella tavolozza dei colori ha portato le seguenti nuove tonalità: una tonalità più chiara e una più scura di blu e verde lime. La riprogettazione è stata eseguita dal team di progettazione interno di NFL Properties ed è stata collegata al trasferimento del club alla NFC.

2012 — Oggi

Seattle Seahawks Logo
In termini di forma complessiva e linee, il logo Seahawks è rimasto lo stesso. Solo la combinazione di colori è stata modificata. A partire dal 2012, includeva le cosiddette tonalità College Navy e Action Green, oltre al colore di accento Wolf Grey.

L’emblema del 2002

A prima vista, il logo era quasi lo stesso, poiché la metafora visiva di base non era cambiata. Tuttavia, in effetti sono state apportate alcune modifiche, che si traducono in un aspetto più pulito, più aggressivo ed elegante.
Uno spostamento nella tavolozza dei colori ha portato le seguenti nuove tonalità: una tonalità più chiara e una più scura di blu e verde lime. La riprogettazione è stata fatta dal team di progettazione interno di NFL Properties ed è stata connessa con il passaggio del club alla NFC.

Il simbolo del 2012

In termini di forma generale e linee, il logo Seahawks è rimasto lo stesso. È stata ottimizzata solo la combinazione di colori. A partire dal 2012, includeva le cosiddette sfumature College Navy e Action Green, nonché il colore dell’accento Wolf Grey.

L’origine del logo

John Thompson, che fu assunto come direttore generale della squadra nel 1975, disse che quando la NFL fu incaricata di progettare il logo, chiese loro di “seguire la cultura dell’India nord-occidentale”. Non c’erano condizioni rigorose a questo proposito, ma era desiderabile che il logo ricordasse in qualche modo l’arte dei nativi americani. Inoltre, secondo Thompson, la NFL in realtà ha menzionato riferendosi ad alcuni libri sulla cultura indiana nord-occidentale. Questo fatto è stato persino esplorato in un articolo del 1975 a Seattle PI. Tuttavia, nel corso del tempo l’origine del logo è stata dimenticata, ed è stato solo negli anni 2010 che la connessione è stata “scoperta” ancora una volta e l’articolo del giornale è stato scoperto.
Il libro che ha ispirato i designer è stato Art of the Northwest Coast Indians di Robert Bruce Inverarity, pubblicato nel 1950. Qui, c’era una foto di una maschera Kwakwaka’wakw. Era una cosiddetta maschera di trasformazione esistente nelle due forme: una volta chiusa, mostrava un’aquila, mentre quando si apriva durante la danza, rivelava un volto umano. Raffigurava un’aquila soprannaturale, chiamata anche tuono, che poteva esistere nella forma umana.
La somiglianza con il logo Seahawks era assolutamente ovvia: non si può non notare la linea audace attorno all’occhio e alla bocca, le linee distintive delle palpebre, nonché la forma complessiva della testa e del becco. Molto probabilmente, la maschera è stata realizzata da qualche parte tra l’Alaska e Seattle.

Dov’è la maschera adesso?

Poco dopo la riscoperta dell’origine dell’emblema Seahawks, fu ritrovata anche la maschera stessa. Si è scoperto che faceva parte dell’Hudson Museum dell’Università del Maine. Prima di esso, la maschera era di proprietà dell’artista tedesco Max Ernst, quindi, dopo la sua morte nel 1976, fu acquistata da un collezionista privato, William P. Palmer III. La sua collezione, a sua volta, è andata al Museo Hudson nel 1982.
Per rendere la maschera più vicina ai fan di Seahawks, è stata portata dal Maine a Seattle. Alla fine del viaggio di 3.200 miglia, la maschera è arrivata al museo Burke, dove è stata esposta più di una volta.

Font

L’attuale marchio Seahawks presenta un solido carattere tipografico tutto maiuscolo. Il tipo è perfettamente leggibile, ma riconoscibile a causa degli elementi distintivi distintivi presenti su tutte le lettere.

Colore

La tavolozza dei colori include la tonalità di blu che si chiama “College Navy” (o “Seahawk Blue”), così come “Action Green” e “Wolf Grey”. Tutti e tre sono i colori ufficiali della squadra, presenti anche nella loro divisa.