Pfizer logo PNG

Il primo logo Pfizer è stato disegnato da Gene Grossman nel 1987. Da allora, l’emblema ha subito un paio di piccole modifiche.

Significato e storia

La storia di una delle più grandi aziende farmaceutiche del mondo è iniziata nel 1948 quando fu fondata la Chas Pfizer & Company se New York. L’azienda ha ottenuto il suo nome abbreviato solo nel 1940, quindi per i primi 90 anni della sua esistenza, ha utilizzato un logo tradizionale con molte scritte. Per quanto riguarda l’attuale emblema, che è immediatamente riconoscibile in tutto il mondo, la sua prima versione è stata creata già nel 1940 e il badge è stato solo leggermente perfezionato da oggi.

1849 – 1940

Il badge, disegnato per Chas Pfizer & Co, presentava un cerchio monocromatico con un doppio contorno, dove il marchio principale in lettere maiuscole bianche era posizionato lungo il perimetro. La parte centrale del badge era di colore bianco e aveva un ampio striscione nero orizzontale che la attraversava. Il monogramma bianco in un carattere personalizzato è stato posizionato sul banner, aggiungendo un senso di competenza, eleganza e professionalità.

1940 – 1990

Dopo il cambio di nome dell’azienda, il logo fu ridisegnato nel 1940, quando apparve per la prima volta l’iconico badge ovale. La scritta serif bianca con linee curve di “F” e “Z” è stata scritta su un ovale nero allungato orizzontalmente. Era minimalista, ma potente e molto moderno. Questo logo è rimasto nel marchio per cinquant’anni.

1990 – 2009

La riprogettazione del 1990 ha portato una nuova tavolozza di colori all’identità visiva Pfizer, sebbene la società usasse ancora il suo badge in bianco e nero, ma principalmente per i documenti ufficiali. La nuova tavolozza aveva una tonalità blu calma come colore principale e questa modifica ha reso il logo più fresco e leggero. La scritta bianca è stata ridisegnata con un carattere tipografico più contemporaneo, che ora era un sans-serif. L’elemento principale del logo del marchio era ora la sua lettera “F”, che aveva la sua barra verticale curva in alto e allungata in basso, allungata fino all’estremità dell’ovale blu, creando un senso di movimento e crescita.

2009 – Oggi

Nel 2009 i contorni delle lettere sono stati semplificati e puliti, anche se la lettera “F” ha mantenuto il suo stile e il suo concetto. La tavolozza dei colori è stata schiarita e l’ovale blu ha acquisito sfumature sfumate, rendendo il logo più dinamico ed energico. La cosa principale di questa riprogettazione è che l’ovale blu è ora posizionato leggermente in diagonale, mostrando la capacità dell’azienda di cambiare e progredire, senza dimenticare le sue radici e la sua storia.

Autore del simbolo

Come accennato in precedenza, il simbolo Pfizer originale è stato creato da Gene Grossman. Grossman ha supervisionato soluzioni di branding per molte aziende globali, dalla Borsa di New York agli hotel Hilton. Dopo più di tre decenni di gestione della propria agenzia di design, è diventato dipendente presso Siegel + Gale, per poi passare a Brandlogic (2007).

Font

Il modo in cui la lettera “f” taglia la forma dell’ellisse, in cui è contenuto il wordmark, è una delle caratteristiche più distintive del wordmark.

Colore

La tavolozza dei colori Pfizer è piuttosto semplice, ma impressionante. La tonalità del blu, chiamata Pfizer Blue, è completata dal bianco e nero. È un colore personalizzato creato da Pantone, Inc. e ha il numero 285 all’interno del Pantone Matching System.