MasterCard logo PNG

MasterCard Incorporated è una delle più grandi società di servizi finanziari statunitensi. Ha sede a New York, mentre il quartier generale delle operazioni globali si trova a O’Fallon, Missouri.

Significato e storia

storia del logo MasterCard

L’azienda internazionale vanta uno dei loghi più iconici ed eleganti della storia. Una volta progettato nel 1966 per il prodotto MasterCharge, il suo concetto non è mai stato cambiato, è stato solo evoluto ed elevato nel corso degli anni di esistenza del marchio.

1966 – 1979

MasterCard-1966-logo

Il predecessore del famoso prodotto bancario di oggi, MasterCharge, è stato sviluppato da Interbank negli anni ’60, quindi il primissimo logo era composto dall’emblema aziendale, una “I” bianca in minuscolo, posto su un cerchio nero pieno. La targhetta “Interbank” in tutte le maiuscole era scritta in nero e posta sotto l’emblema.

Due anni dopo, nel 1968, fu disegnato il luminoso emblema, che rifletteva la collaborazione di diverse banche americane. Presentava due cerchi sovrapposti, rosso e arancione, con un’iscrizione bianca su di essi.

L’iscrizione era composta da due parti: “MasterCharge” in minuscolo e “The Interbank Card” sotto, scritto in maiuscolo.

Era un logo semplice ma estremamente memorabile e moderno, la cui tavolozza di colori rifletteva la passione, l’energia e il progresso.

1979 – 1990

MasterCard-1979-logo

Il nome “MasterCard” è apparso nel 1979 e il logo è stato rifatto, secondo la nuova denominazione. L’unica scritta sopra due cerchi presentava due lettere maiuscole e lo stesso colore bianco, come la versione precedente.

1990 – 1996

MasterCard-1990-logo

La riprogettazione del 1990 ha portato una tavolozza di colori più brillante: l’arancione è stato spostato in giallo, il che ha reso l’emblema più amichevole e dinamico. La sezione centrale dei cerchi sovrapposti ora aveva strisce orizzontali di entrambi i colori giallo e rosso.

Anche il wordmark bianco è stato cambiato: ora era in corsivo, sembrava più elegante e progressivo e mostrava l’approccio progressivo e lo sviluppo costante dell’azienda.

1996 – 2016

MasterCard-1996-logo

Il cerchio giallo ha acquisito una tonalità più intensa e il numero di linee orizzontali nella parte centrale dell’emblema è stato ridotto, il che ha reso l’intero logo più minimalista e rigoroso. Un’altra cosa che è cambiata negli anni ’90 è stata l’iscrizione, che ora ha un’ombra nera. Questo logo può ancora essere visto su alcuni dei prodotti del marchio.

L’edizione aziendale del logo è stata creata nel 2006 ed è rimasta nel gruppo per dieci anni, fino alla successiva riprogettazione. Era composto dallo stesso emblema, ma con un altro cerchio semitrasparente sopra di esso. La scritta “MasterCard Worldwide” era posta sotto di essa in nero e disposta su due livelli, con la parte principale in caratteri più grandi e più audaci.

2016 – 2020

MasterCard-2016-logo

Il restyling del 2016 è stato accompagnato dalla trasformazione del nome dell’azienda, che ora si chiama “Mastercard”, con una sola lettera maiuscola, “M”. Per quanto riguarda il logo, la nuova iscrizione è stata eseguita in minuscolo di un carattere tipografico sans-serif contemporaneo, che è molto simile ai caratteri FF Mark Std Premium e Helios Antique Semi Bold.

Anche l’emblema è stato perfezionato: le linee orizzontali erano scomparse e ora lo stile è tornato al design originale del 1968, ma la tavolozza dei colori è stata ripresa dalle versioni degli anni ’90.

2019 – Oggi

Logo MasterCard

Il logo recente è sicuramente il più minimalista tra tutte le versioni mai create per l’iconico marchio bancario. Presenta un unico emblema: due cerchi sovrapposti in rosso e arancione, senza dettagli e scritte aggiuntivi.

Ha un aspetto luminoso e moderno, essendo uno dei loghi più notevoli e conosciuti al mondo e riflette tutti i messaggi fondamentali che l’azienda invia ai suoi clienti, mostrandolo come appassionato, energico e progressista.

Font

Il logo MasterCard incorpora il wordmark con la famiglia del tipo FF Mark. Il carattere è minimalista e pulito. Non ci sono elementi univoci: si tratta solo di leggibilità.

Colore

La combinazione di rosso e arancione è stata una caratteristica distintiva dell’emblema dal 1990. In precedenza, i cerchi sovrapposti sembravano quasi uguali, ma la tonalità del rosso era più scura e il colore dorato era usato al posto dell’arancio.