Maggi LogoMaggi Logo PNG

Sebbene il logo Maggi sia stato aggiornato più volte, la tavolozza e lo stile del carattere tipografico sono rimasti gli stessi per gran parte dei circa 135 anni di storia dell’azienda.

Significato e storia

storia Maggi Logo


La storia del marchio inizia in Svizzera nel 1884 quando Julius Maggi rileva il mulino che apparteneva a suo padre.

1897
Maggi Logo 1897

Il logo non aveva nulla in comune con quello attuale se non il colore rosso e il fatto che la parola “Maggi” fosse il fulcro del disegno.

Tuttavia, qui presentava uno script diverso. È stato ispirato dalla scrittura a mano e includeva tratti di vari spessori. C’erano molti riccioli elaborati.

1900
Maggi Logo 1900

Puoi già riconoscere lo stile semplice che contraddistingue l’attuale confezione del marchio. Il wordmark presentava un semplice font sans serif in grassetto senza elementi ornamentali.
Sopra, si vedeva la lettera “M” all’interno di un quadrato. Il quadrato, a sua volta, era posto al centro di una stella a quattro punte.

Lo sfondo era in parte giallo e in parte rosso.

1947
Maggi Logo 1947

Nel 1947, il marchio è stato acquistato da Nestlé, che da allora è stata la sua società madre. Il cambio di proprietario ha influito sul logo Maggi.

Nestlé ha conservato la combinazione di colori e l’aspetto generale del tipo, ma ha reso il design più semplice e significativo.

Il marchio era ora posizionato all’interno di una forma rossa, che potrebbe essere descritta come una combinazione di un cuore e una goccia. La goccia potrebbe essere interpretata come un accenno alle minestre cucinate con l’ausilio dei prodotti Maggi (per esempio, i suoi famosi dadi da brodo).

Inoltre, la forma era in qualche modo simile al bargiglio di una gallina, le caruncole carnose che pendevano dalla testa dell’uccello.

1997
Maggi Logo

Le lettere maiuscole sono state sostituite da quelle minuscole (tranne l’iniziale, la “M”). Ciò ha portato a uno stile leggermente più arrotondato e amichevole che si adattava meglio alla forma della goccia sullo sfondo. Il tipo, tuttavia, è rimasto un semplice sans serif.