Jawa LogoJawa Logo PNG

Jawa è un marchio di motociclette stradali prodotte in Cecoslovacchia dal 1929. Il marchio era estremamente popolare non solo nella sua patria, ma in tutta Europa, in particolare nella sua parte orientale, e nell’Unione Sovietica.

Storia del motociclo

storia del Logo Jawa

Nel 1922, l’ingegnere di armi Frantisek Janecek acquistò una fabbrica in bancarotta alla periferia di Praga per accogliere un ordine che aveva ricevuto: ricostruire le mitragliatrici catturate. Nel 1928, il volume degli ordini delle autorità belliche fu ridotto e Janecek decise di concentrarsi sulla produzione di motociclette. Nel 1929 acquistò la licenza per una motocicletta a valvole in testa da 500 cc, la Wanderer. Il nome del marchio Jawa è stato formato dalla fusione delle prime lettere dei nomi “Janecek” e “Wanderer”.

Nel 1933, il pilota e ingegnere britannico George William Paquette, invitato in azienda, creò il leggero ed economico Jawa 175 con un motore Villiers a due tempi. Poi è arrivata una serie di sviluppi dei propri motori 250 e 350 CC a due e quattro tempi e, a metà degli anni 1959, motori e motociclette 500 CC. La transizione della Cecoslovacchia nel campo socialista dopo la seconda guerra mondiale ha solo cambiato la direzione delle esportazioni: il principale acquirente di motociclette ceche era l’Unione Sovietica, che è stata fornita con oltre un milione di modelli diversi. Ma l’economia di mercato minò gli affari e con il crollo dell’Unione Sovietica l’azienda dovette sopravvivere, sebbene nella Repubblica Ceca la produzione di pezzi di Jawa continui ancora oggi. Sono per lo più versioni stilizzate di motociclette giapponesi che soddisfano i moderni standard ambientali.

Sotto l’assalto dei prodotti giapponesi e cinesi, l’azienda ha chiuso nel 1996, ma l’amore per il marchio non è andato via senza lasciare traccia: ci sono ancora molti club a tema in India i cui membri adorano le iconiche motociclette ceche. Pertanto, Mahindra e Mahindra Concern, che hanno intrapreso lo sviluppo dell’enorme, il più grande mercato locale al mondo di veicoli a due ruote, hanno cercato in tutti i modi di includere il marchio Jawa tra le proprie fila.

Il leggendario marchio motociclistico Jawa è stato ripreso in India. La società indiana Mahindra & Mahindra acquisterà i diritti sul marchio Jawa nel 2017. Una nuova società Classic Legends è stata creata appositamente per la produzione di motociclette rianimate.

E un anno dopo, la rinnovata Jawa ha presentato tre nuovi modelli. Le motociclette si chiamano Jawa 300, Jawa 42 / Forty-Two e Jawa Perak, tutte che ricordano i modelli classici degli anni ’70 -’80.

1929 – 1931
Jawa Logo 1929

1931 – 1936
Jawa Logo 1931

1936 – 1954
Jawa Logo 1936

1954 – 1961
Jawa Logo 1954

1961 – 1997
Jawa Logo 1965

1997 – Oggi

Jawa Logo

Logo del marchio

Jawa Logo

L’identità visiva di Jawa non è cambiata molto dagli anni ’50. Il suo badge, che è già diventato iconico oggi, è piuttosto semplice ma ha tutto: memorabilità, luminosità e stile, che rappresenta l’essenza del marchio.

Il distintivo del marchio è un ovale orientato orizzontalmente con uno spesso contorno rosso. All’interno è visivamente diviso in due parti: con il logotipo rosso in alto e un’immagine stilizzata sotto. Tutti gli elementi sono eseguiti in una tonalità di rosso e posti su uno sfondo bianco.

Emblema e simbolo

Jawa Emblema

Il simbolo del marchio è un doppio cerchio, simile a una ruota, da cui escono dieci raggi lisci, simili ad ali di uccello, con le loro piume arrotondate alle estremità. Questa semplice composizione riflette libertà e velocità, due caratteristiche principali di ogni giro in bicicletta.

Carattere e colore

Jawa Simbolo

Jawa utilizza un carattere sans-serif molto semplice e pulito per la sua identità visiva. Il logotipo in maiuscolo viene eseguito in un carattere, che è molto simile a tipi iconici come Arial Bold e Akhbar Bold, con linee pulite e forme semplici.

La combinazione di rosso e bianco sul badge Jawa è sinonimo di passione e progressività del marchio ed evoca anche un senso di professionalità e fiducia.