Iberdrola logoIberdrola logo PNG

Iberdrola è il secondo produttore di energia eolica per fatturato e capitalizzazione di mercato. Sebbene l’azienda sia stata fondata nel 1992, le sue radici possono essere fatte risalire all’inizio del secolo precedente. Ha attraversato una lunga catena di fusioni e acquisizioni.

Significato e storia

storia Iberdrola logo
Sarebbe stato interessante confrontare l’attuale logo Iberdrola con le identità visive delle aziende da cui ha avuto origine, tra cui Hidroeléctrica Ibérica, Saltos del Duero, Hidroeléctrica Española, Iberduero, Saltos del Sil e Iberduero.

Cos’è Iberdrola?
Iberdrola è una società di servizi elettrici che serve oltre 31 milioni di clienti. Ha sede a Bilbao, in Spagna. L’elenco degli azionisti di rilievo include Qatar Investment Holding, Norges Bank, Kutxabank e Bankia.

1991 – 2001
Iberdrola logo 1991

Il logo originale di Iberdrola mostrava un emblema piuttosto astratto in rosso e bianco con il nome del marchio in nero posizionato sotto.
Il 2001 è stato un punto di svolta per Iberdrola, l’azienda impegnata nell’energia eolica. Per riflettere questo percorso innovativo, il logo è stato ridisegnato da zero: difficilmente si trovano somiglianze tra questa versione e il suo predecessore, a parte il fatto che c’è il nome dell’azienda.

2001 – presente
Iberdrola logo

Sul proprio sito web aziendale, l’azienda fornisce una spiegazione dettagliata del proprio logo e le ragioni alla base dell’aggiornamento.
Il logo Iberdrola aggiornato presenta due parti ugualmente importanti: un emblema e un marchio.

Lo stemma unisce una foglia verde con due gocce, una in blu, l’altra in arancione. La foglia verde simboleggia la ricerca dell’azienda di tecniche e approcci rispettosi dell’ambiente e puliti. Per coloro che ancora non credono a questa promessa, l’azienda afferma esplicitamente sul suo sito Web che “si preoccupa profondamente del futuro del mondo”.

Il secondo elemento, la goccia blu, può essere interpretato in molteplici modi: energia eolica, gas naturale, forza idrica. Inoltre, il blu, essendo il colore dell’acqua, ha una forte connotazione di pulizia. Quindi, per l’azienda, è un altro modo per dire che non danneggia l’ambiente.
La goccia arancione rappresenta l’energia solare rinnovabile. In un certo senso, sottolinea anche che l’azienda si sforza di svolgere la sua missione nel rispetto dell’ambiente. Inoltre, l’arancione è il colore associato all’energia e alla luce (non solo quelli che provengono dal sole). Questo la rende una delle scelte ovvie per un’azienda energetica.

Iberdrola, tuttavia, evita lo stile aggressivo che troppa arancione potrebbe aver portato al suo logo. Invece, i designer hanno bilanciato l’arancione con un marchio verde. L’ombra, che è leggermente più scura di quella della foglia, sembra naturale e rilassante. Sostiene le associazioni “amiche dell’ambiente” portate avanti da altri elementi.

Inoltre, la forma dei glifi è tale che ricordano i gambi verdi. Queste connotazioni “naturali” non interferiscono con il fatto che il carattere sembra moderno e altamente leggibile. Guardando questo wordmark, possiamo renderci conto di come valori come l’efficienza e l’innovazione possano riflettersi nell’identità visiva del marchio.

Nel complesso, il design sembra essere efficiente. Il risultato ha avuto un costo: nel 2020 la società ha speso 4.788 milioni di dollari per il suo marchio, mentre nel 2021 ha speso 5.148 milioni di dollari. Questi dati hanno permesso a Interbrand di classificare Iberdrola n. 6 nell’elenco dei marchi di utility di maggior valore al mondo (Utilities 50) sia nel 2020 che nel 2021. Inoltre, l’azienda è stata inserita da Interbrand come una delle Top 10 aziende spagnole (Top Best Brands ) e un marchio leader nel settore elettrico.

Colori e carattere

Sia la tavolozza che il carattere tipografico del logo Iberdrola lavorano per un obiettivo comune. Rappresentano ciò che l’azienda vuole dire del suo approccio: scegliere soluzioni energetiche “pulite, rispettose dell’ambiente, efficienti e innovative”.