Gap logo

Gap logo PNG

Nel corso di quasi 50 anni di storia, la linea di abbigliamento Gap ha ridisegnato seriamente il suo logotipo solo una volta. Ci sono state anche alcune modifiche minori e un tentativo di riprogettazione fallito nel 2010.

Gap logo

Significato e storia

Il logo Gap originale introdotto nel 1969 presentava il marchio in lettere minuscole arrotondate. Ognuna delle tre lettere era basata sulla forma del cerchio. Inoltre, c’era “il” posto sopra la “g” in un angolo acuto, creando un effetto giocoso e unico. La modifica del 1976 ha portato a un carattere leggermente più audace, mentre “the” è stato posizionato in orizzontale.
L’iconico logo Blue Box è nato nel 1986. Presentava la parola “GAP” – questa volta, senza “il” – in un carattere serif condensato. Tutte le lettere erano in maiuscolo. Il segno bianco è stato inserito in un quadrato blu.

Riprogettazione del simbolo 2010

Nell’autunno del 2010, la società ha attraversato uno scandalo del logo intero. Avendo introdotto un nuovo logotipo, Gap ha dovuto affrontare così tante critiche che è dovuto tornare al precedente dopo diversi giorni.
Il famigerato logo, che è stato accreditato a Laird & Partners, riportava il nome dell’etichetta nel carattere tipografico Helvetica. Un piccolo quadrato blu con gradiente era posto nell’angolo in alto a destra. Perché l’emblema è stato criticato? Innanzitutto, per la scelta del carattere Helvetica generico e fuori moda, che fu abusato negli anni ’60 e ’70. Inoltre, nessuno sembrava vedere il punto nel gradiente quadrato. Anche l’approccio del “crowdsourcing” ha suscitato una risposta negativa.

L’emblema del 2016

Solo sei anni dopo il marchio ha osato modificare ancora una volta l’emblema. La scatola blu è stata rimossa per lasciare il semplice segno nero sullo sfondo bianco.

Font

Il font serif condensato utilizzato per il logo Gap ricorda il carattere tipografico Spire Regular sviluppato da Ann Pomeroy. Il carattere tipografico è stato decisamente personalizzato, che può essere visto chiaramente se dai un’occhiata più da vicino ai serif e al loro spessore.

Colore

I logotipi originali e attuali condividono lo stesso schema di colori in bianco e nero, mentre il marchio denominativo utilizzato nel periodo 1986-2016 presentava il bianco e una tonalità satura di blu scuro.