Electrolux logo PNG

Electrolux apparve nel 1919 come risultato della fusione di Lux AB e Svenska Elektron AB. Per il primo mezzo secolo della sua esistenza, l’azienda ha utilizzato loghi di script che ricordavano la scrittura a mano.

Significato e storia

storia del logo Electrolux

La storia dell’identità visiva di Electrolux non è molto intensa e brillante, poiché il suo logo attuale è stato progettato all’inizio degli anni ’60 ed è diventato iconico e riconoscibile in pochissimo tempo, quindi non c’era bisogno che il marchio inventasse qualcosa di nuovo, e oggi l’emblema era solo leggermente rifinito e basta.

1901 – 1919

Electrolux logo 1901

Il logo originale di Electrolux è stato creato nel 1901 ed è rimasto in azienda per quasi vent’anni. Era un distintivo circolare in grassetto con uno sfondo nero e disegni bianchi su di esso. La parte grafica dell’emblema consisteva in uno scalpiccio di globo sulle parti superiori e una stella bianca tagliente posta al centro e che separava la parte superiore del cerchio da quella inferiore, che era di colore nero. Il marchio “Lux” in lettere corsive nere era posto sopra la stella bianca e aveva la coda della “X” allungata e sottolineava l’intera targhetta.

1919 – 1962

Electrolux logo 1919

La riprogettazione del 1919 ha semplificato il concetto di identità visiva del marchio e ha introdotto un nuovo logotipo, scritto in un carattere liscio ed elegante con angoli ammorbiditi e linee curve. La tavolozza dei colori presentava ancora una combinazione di bianco e nero e sembrava sofisticata e senza tempo. Il nome del marchio è stato diviso in due parti con “E” e “L” maiuscola.

1962 – 1990

Electrolux logo 1962

Nel 1962 l’azienda adotta un nuovo simbolo per la propria identità visiva e diventa parte integrante ed imprescindibile del marchio per tutti gli anni successivi. Il nuovo logo era composto da un audace quadrato nero con un cerchio bianco posto all’interno. Nel cerchio c’era un’immagine stilizzata nera di una stella a tre punte, che sembrava elegante ma progressiva e chic. La targhetta in bianco era scritta su un rettangolo nero allungato orizzontalmente e posta sotto l’emblema. L’iscrizione era ora impostata come una sola parola ed era eseguita in un tradizionale carattere serif, con solo la prima “El” maiuscola.

1990 – 2011

Electrolux logo 1990

Nel 1990 i colori del marchio sono stati invertiti e ora si tratta di una scritta nera su uno sfondo bianco che è stato posizionato a destra dell’emblema. Per quanto riguarda l’emblema, è rimasto lo stesso, è solo diventato più piccolo per mettere più accento sulla targhetta.

2011 – 2015

Electrolux logo 2011

L’emblema diventa l’eroe principale dell’identità visiva di Electrolux nel 2011. Viene ingrandito, mentre il wordmark è ora scritto in una dimensione più piccola di un carattere serif di classe e senza tempo con estremità distinte e affilate delle linee. La tavolozza di colori monocromatica, utilizzata dal marchio sin dall’inizio, è la più grande al mondo per la composizione geometrica astratta della sua icona e le linee tradizionali dell’iscrizione.

2015 – Oggi

Electrolux logo

La riprogettazione del 2015 ha portato un nuovo carattere tipografico all’identità visiva di Electrolux, sostituendo il carattere serif chic ed elegante con un sans-serif moderno e personalizzato. Il nuovo carattere tipografico aveva angoli arrotondati delle lettere e sembra elegante e progressivo, mostrando l’evoluzione del marchio e la sua volontà e capacità di crescere e cambiare.

Colore dell’emblema

La tonalità di blu scuro e ricca presente sul logo va con il codice 282 nel Pantone Matching System.

Font

Il carattere tipografico presente sia sul logo Electrolux stesso, sia sulle altre comunicazioni visive dell’azienda, è un carattere personalizzato chiamato Electrolux Sans. Esiste nelle tre versioni: Semibold, Regular e Light.