BP LogoBP Logo PNG

Il logo della multinazionale britannica del petrolio e del gas BP ha fatto molta strada da un semplice marchio denominativo in bianco e nero a un simbolo vivido e significativo.

Significato e storia

storia BP Logo

La società fu fondata nel 1909 con il nome di Anglo-Persian Oil Company, che aveva lo status di sussidiaria della Burmah Oil Company. Da allora, è diventata una società che opera in circa 70 paesi in tutto il mondo.

1920 – 1930
BP Logo 1920

Durante i primi 90 anni della sua storia, le lettere “BP” (le iniziali di “British Petroleum”) sono state il fulcro del logo BP. In origine, l’azienda utilizzava le lettere in nero su sfondo bianco. Sono stati riportati all’interno di un paio di virgolette. L’emblema sarebbe apparso del tutto generico se non fosse stato per i glifi unici con distintivi serif affilati e angoli a forma di diamante.

1930 – 1947

BP Logo 1930
Nel 1930, l’emblema fu leggermente modificato da AR Saunders. Il nucleo (comprese le virgolette) è rimasto invariato, ma ora è stato inserito all’interno di una forma a scudo. Lo scudo aveva un sottile contorno nero, che sembrava un po’ debole rispetto alle lettere in grassetto.

1947 – 1961

BP Logo 1947
La seguente versione del logo BP, adottata nel 1947, sembrava aver risolto il problema. Ora, lo scudo sembrava più prominente e si adattava meglio alle lettere. Era la prima volta che veniva introdotto un emblema colorato. Le lettere e il contorno dello scudo presentavano una sfumatura di giallo leggermente attenuata, mentre lo sfondo era verde scuro. Inoltre, la forma dello scudo aveva due contorni aggiuntivi. Quello esterno era nero, mentre quello che si vedeva dall’interno presentava una tonalità di verde più scura che creava un effetto di ombra.

1961 – 1989

BP Logo 1961
Nel 1961, l’emblema è stato aggiornato da un gruppo di designer guidati da Raymond Loewy (l’autore dei logotipi Lucky Strike, Exxon, Spar e Shell). Il design generale è rimasto quasi invariato, ma c’è stato un notevole cambiamento nella tavolozza dei colori, soprattutto per quanto riguarda la tonalità del verde. Inoltre, l’ombra è stata rimossa sia dalle lettere che dalla forma dello scudo. Il contorno nero è stato sostituito da uno verde scuro. Anche i glifi sono stati modificati. Mentre i serif taglienti sono rimasti intatti, gli angoli del diamante sono stati sostituiti da curve tradizionali.

1989 – 2000

BP Logo 1989
Nel 1989, il logo dell’olio BP è stato modificato ancora una volta, questa volta dalla società di design Siegel & Gale, nota anche per loghi come Playstation, Pfizer, AARP, Dolce e Monster. Ora sono state utilizzate tonalità più chiare di verde e giallo, mentre il testo “BP” era in corsivo.

2000 – Oggi

BP Logo
Nel 2000 è iniziata una nuova era nella storia del logo BP. Erano spariti il ​​design dello scudo e le lettere maiuscole. Ora, il punto focale del logotipo era una forma di fiore in vivaci sfumature di verde e giallo. Il testo “BP” era minuscolo e spostato nell’angolo in alto a destra. L’identità del marchio è stata sviluppata da Landor Associates.

Font

Il tipo utilizzato per le lettere “BP” sui vecchi loghi aveva una forma distintiva e memorabile, eppure, alla fine del secolo precedente, sembrava un po’ fuori moda. Quindi, è naturale che il nuovo logo presenti un carattere elegante e contemporaneo.

Colori

L’evoluzione del logo BP, in larga misura, è stata l’evoluzione della tavolozza dei colori. Lo schema originale in bianco e nero è stato sostituito da una combinazione di verde e giallo nel 1947. Sebbene i colori di base siano rimasti gli stessi da allora, ci sono state molte sperimentazioni con le sfumature fino a quando nel 1989 l’azienda ha deciso di attenersi a gioiose e vivaci toni di verde e giallo. Nel 2000, la tavolozza è stata arricchita con un’altra tonalità, che era una combinazione dei due colori principali.