La storia di Atari affonda le sue radici nella piccola società di ingegneria Syzygy Engineering creata da Nolan Bushnell e Ted Dabney nel 1971. L’anno seguente fu fondata Arari, Inc. e Al Alcorn, il loro primo ingegnere progettista, iniziò a lavorare su una variazione arcade di uno dei giochi di Magnavox Odyssey. Questo gioco, che in seguito fu chiamato Pong, ebbe un ruolo importante nella storia del logo Atari.

Significato e storia

La versione originale presenta il nome del marchio in maiuscolo nero. Le due “A” si assomigliano le riflessioni speculari dell’altra. La barra nella parte superiore della “T” forma una curva.

Vecchio logo

Il simbolo inaugurale di Atari fu presto sostituito da qualcosa di molto più intricato. Il nuovo logo presentava la lettera “A” all’interno di un cerchio. La stessa lettera sembrava un po ‘un modello origami.

Simbolo

Finalmente è iniziata l’era del famoso “logo Fuji”. Ha fatto il suo debutto nel gioco arcade Space Race nel 1973. L’emblema è stato realizzato da George Opperman, che ha lavorato presso la propria agenzia Opperman-Harrington. Il team comprendeva anche rappresentanti di Atari, George Faraco e Nolan Bushnell. Erano responsabili delle istruzioni generali e hanno selezionato la versione finale.

Polemiche sull’emblema

Quindi, cosa significa il logo?
La società non offre un’unica spiegazione ufficiale. L’autore del logo, Opperman, ha raccontato la sua versione della storia, mentre Faraco ha insistito sul fatto che non era altro che finzione.
Secondo Opperman, la sua intenzione principale era quella di creare qualcosa che sembrasse una “A” ma avesse uno stile distintivo. A quel punto, ha dato un’occhiata più da vicino al prodotto più popolare dell’azienda, il gioco PONG. La sua struttura di base potrebbe essere descritta nel modo seguente: una linea centrale e qualcosa che la colpiva ancora e ancora da destra e da sinistra. Quindi, ha disegnato un logo che sembrava uno schema di questo processo.
In altre interviste, Opperman ha anche suggerito versioni aggiuntive della storia. Ad esempio, ha affermato che stava cercando di creare qualcosa che potesse sembrare un personaggio giapponese o raffigurare il monte Fuji.
Il direttore artistico di Atari, George Faraco, tuttavia, ha negato che la storia fosse vera. “Sono invenzioni di qualcuno”, ha detto su ciò che ha detto Opperman, – È solo un disegno. ” Affermò che Opperman gli aveva appena offerto diversi schizzi e ne scelse uno.
Dobbiamo sottolineare, tuttavia, che le parole di Faraco non contraddicono necessariamente la storia di Opperman. In effetti, è molto probabile che l’artista non abbia detto ai suoi clienti ciò che ha ispirato i suoi disegni. Potrebbero esserci molte ragioni per questo fatto. Quindi, Faraco ha appena scelto uno schizzo senza conoscere il vero significato e le ispirazioni dietro di lui.

Font

Le lettere assomigliano molto al carattere tipografico chiamato SF Atarian System di ShyFoundry.

Colore

La combinazione di colori del logo Atari è composta da due soli colori: rosso e bianco.