Alice Cooper LogoAlice Cooper Logo PNG

Alice Cooper è una cantante, cantautrice e attore statunitense.

Significato e storia

storia Alice Cooper Logo


Mentre il logo di Alice Cooper è stato modificato molte volte, possiamo menzionare un paio di motivi ricorrenti presenti su alcune versioni.

1969

L’album di debutto in studio, Pretties for You (1969), presentava il nome della band in un sans totalmente generico basato sulla forma del cerchio.

Il secondo album, pubblicato l’anno successivo, mostrava un marchio 3D con sfumature. Combinava lettere larghe basate su una forma circolare con glifi affilati e angolari.

Il quarto album in studio, Killer (1971), includeva già il nome della band scritto in stampatello a mano. Lo stile inquietante echeggiava l’immagine sulla copertina dell’album (il serpente). Ciascuno degli album pubblicati dalla band durante i tre anni successivi (School’s Out, Billion Dollar Babies e Muscle of Love) utilizzava parole chiave diverse.

1975

Welcome to My Nightmare è stato il primo album solista di Alice Cooper (i precedenti erano sforzi della band). Il marchio sulla copertina dell’album era composto dalle lettere “spezzate” in due parti.

La copertina dell’album del 1976 aveva un aspetto gotico e utilizzava un carattere in stile storico, mentre il carattere sulla copertina dell’album Lace and Whiskey (1977) includeva un sans generico. Lo stesso si può dire delle copertine degli album Flush the Fashion, Special Forces e DaDa (rispettivamente 1980, 1981 e 1983), sebbene il tipo fosse diverso.

1986 – 2020

Alice Cooper Logo 1986

1987 — 1989
Alice Cooper Logo 1987

2005 — 2008
Alice Cooper Logo 2005

Constrictor, il nono album in studio da solista, pubblicato nel 1986, ha dato il via a una nuova era in termini di design del logo.

Sembrava essere la prima volta che il musicista usava un logo “sanguinante” con le distintive “O”. La doppia “O” è stata ispirata dal trucco che Alice Cooper indossava sugli occhi durante le sue performance (con i caratteristici elementi verticali sopra e sotto gli occhi).

L’album successivo, Raise Your Fist and Yell (1987), supportava lo stesso tema. Mentre la forma dei glifi era diversa (molto più audace), la metafora visiva era la stessa: il nome sembrava essere stato scritto con un dito e usando il sangue invece della vernice.

2011 — Oggi
Alice Cooper Logo

Sebbene sia uno stile completamente generico, nessuno sembrava preoccuparsene, e i loghi “sanguinanti” sono stati usati più volte negli anni a venire.

Dovremmo sottolineare, tuttavia, che il musicista si è spesso rivolto anche a caratteri tipografici più semplici, inclusi caratteri sans serif in grassetto e caratteri serif più eleganti. Ogni volta, il design dipendeva dallo stile generale della copertina dell’album, quindi non possiamo dire che il musicista si preoccupasse molto di mantenere un’identità visiva coerente del marchio.

Tra i più insoliti c’era il logo di Alice Cooper dalla copertina dell’album del 2005 (Dirty Diamonds). Dovremmo anche menzionare la versione del 2011, Welcome 2 My Nightmare: lo stesso marchio è ancora visibile sul sito Web di Cooper, a partire dal 2020.