Ace Hardware logo PNG

ACE Hardware è la cooperativa di distributori di hardware, fondata nel 1924 negli Stati Uniti. Oggi la società opera in 60 paesi in tutto il mondo, attraverso più di 5mila sedi, ed è considerata la più grande cooperativa hardware al mondo.

Significato e storia

storia del logo Ace Hardware

L’identità visiva della famosa cooperativa americana è brillante e nitida. Il primo logo è stato creato negli anni 1929 e l’azienda utilizza ancora la sua tavolozza di colori originale. Per i primi vent’anni, il nome della società era “ACE Stores”, quindi tutti i loghi di quel periodo furono costruiti attorno a questo marchio.

1924 – 1930

Il primissimo logo della cooperativa è stato disegnato nel 1924 e consisteva in un cerchio rosso pieno con un’immagine bianca e un marchio “ACE” sotto di esso. Il carattere è stato eseguito con un carattere sans-serif arrotondato in grassetto, con le lettere leggermente arcuate nella riga inferiore e non molto pulite.

1930 – 1931

Nel 1939 il logo fu completamente cambiato. Ora era un’iscrizione monocromatica in un carattere serif, sottolineato e con due creature alate su entrambi i lati della linea. Era un’identità visiva rigorosa ed elegante, che rimase nella società solo per un anno.

1931 – 1950

Il nuovo periodo del design del logo iniziò nel 1931. In origine era un badge rosso dell’aviazione, con la targhetta in grassetto in nero, situata al centro su uno sfondo bianco, con l’immagine di un aereo sotto di essa. L’aereo è stato disegnato verticalmente con nuvole astratte sul fondo.

Nel 1931 la tavolozza dei colori è stata cambiata in giallo e rosso, che era un riflesso di approccio energetico, dinamico e positivo. L’aereo era ora in nero, che simboleggia il potere e la fiducia. Nuvole bianche sono state poste sotto l’aereo come riflesso di lealtà e trasparenza.

1950 – 1964

Il nome della cooperativa fu cambiato in “ACE Hardware” nel 1950, così il logo fu ridisegnato secondo il nuovo nome. La composizione è rimasta intatta, così come la tavolozza dei colori, con l’unica differenza: le nuvole bianche erano scomparse, ora era solo un sottile contorno nero su uno sfondo giallo.

1964 – 1968

La combinazione di colori completamente nuova è stata introdotta nel logo dell’azienda nel 1964. Il rosso era il colore principale, aveva un trapezio bianco allungato orizzontalmente con angoli arrotondati dove si trovava il marchio in rosso e nero. Sotto il cartellino rosso c’era un triangolo libero con la visiera rivolta verso il basso e l’aereo modificato bianco, che puntava sulla targhetta come una freccia.

La nuova tavolozza dei colori rifletteva la forza e il progresso della cooperativa, mostrandole un uomo in crescita e in via di sviluppo.

1968 – 1973

Un’altra riprogettazione fu tenuta nel 1968. La tavolozza dei colori e il concetto principale rimasero gli stessi, ma il trapezio fu ingrandito e ora la targhetta era la parte principale dell’intero logo, con “ACE” in rosso extra grassetto sans-serif e un altro delicato nero “Hardware” sotto di esso.

1973 – 1987

Nel 1973 il concetto del logo fu cambiato e il badge dell’aviazione scomparve. Ora il logo era composto da una figura geometrica posizionata diagonalmente, composta da due parti, rossa e nera, con il wordmark posto al centro, anche in diagonale. Lo stile e la combinazione di colori del wordmark ripetevano la versione precedente.

1987 – Oggi

Ace Hardware logo

Il logo che tutti conosciamo oggi è stato progettato nel 1987 e ora è composto da un’iscrizione “ACE” rossa in grassetto eseguita in un carattere sans-serif personalizzato con la lettera “A” disegnata come un triangolo con una pesca acuminata e una linea bianca diagonale , sostituendo la barra orizzontale.

Per quanto riguarda l ‘”Hardware”, è ancora scritto in nero sans-serif ed è leggermente in corsivo, aggiungendo un senso di progresso e movimento a un logo rigoroso e professionale.

Font

L ‘”ACE” in tutte le maiuscole è scritto in un carattere tipografico personalizzato, simile a un font JNL Old Miami Beach Nights, mentre la parte “Hardware” è eseguita in un tradizionale sans-serif, simile a Franklin Gothic.